Sara Perro

È in edicola Casa Naturale di Settembre/Ottobre!

casa impatto zero

È in edicola Casa Naturale di Settembre/Ottobre! Dieci anni fa, la parola era riduzione. Dei consumi di una casa e, di conseguenza, del peso della bolletta.  Con il tempo, si è passati al concetto di NZEB, Nearly Zero Energy Building. La richiesta del mercato è diventata quella di costruire edifici che per funzionare nel quotidiano richiedessero risorse pari quasi allo …

Leggi tutto »

Pavimenti Balsamici: nessuna sostanza nociva e benessere

Si va verso una nuova frontiera della certificazione ambientale sulla qualità dell’aria indoor. O per lo meno questo è il proposito di Marco Felicetti, Amministratore Delegato di Fiemme 3000, che ha commissionato al CNR-IVALSA, il maggiore istituto di ricerca italiano nel settore foresta/legno, uno studio scientifico per analizzare la salubrità dei pavimenti balsamici in legno prodotti dalla propria azienda. Attualmente, …

Leggi tutto »

Le strade elettriche che danno energia ai tir

Il distributore di benzina? Non servirà più: un giorno sarà la strada stessa a fornire l’energia necessaria alle nostre auto. Anzi, è già così. In Svezia sono state inaugurate le prime strade elettriche al mondo, capaci di caricare i mezzi che la percorrono. Freniamo gli entusiasmi. Prima che il sistema prenda piede ci vorranno ancora alcuni anni: siamo ancora in …

Leggi tutto »

Katy Keiffer: l’insostenibilità degli allevamenti industriali

Come la mettiamo con la carne? Tradotto alla lettera, suonerebbe più o meno così il titolo originale del denso libro-inchiesta della giornalista americana Katy Keiffer, pubblicato in Italia da EDT con il più agile claim “Basta carne?”. Il punto interrogativo non è retorico, ma evidenzia quello che è il più grande dilemma dell’odierno sistema cibo: l’esistenza, forse la necessità, senza …

Leggi tutto »

Il cottage Ripollés: rispetto del paesaggio e dei materiali

Il cottage Ripollés si trova su una collina coperta di alberi nel cuore dei Pirenei. È nato su un terreno in pendenza e grazie al desiderio di una casa vacanze “a basso budget”, che rispettasse la natura e la storia millenaria del luogo. Sono questi gli elementi alla base del progetto, realizzato dallo studio Marq nel 2015. Un esempio che …

Leggi tutto »

Birdgardening: l’importanza dei nidi in città

Capinera, cardellino, cinciallegra, cinciarella, codirosso, fringuello, frosone, peppola, regolo, ciuffolotto… Non è il taccuino di un appassionato di bird-watching, ma solo un elenco, parziale, di alcuni piccoli volatili che frequentano le nostre città. Sono decine di specie che abbiamo ormai disimparato a conoscere. Finché si tratta di distinguere un pettirosso da un piccione, possiamo ancora farcela. Ma se a chiedere …

Leggi tutto »

Un luogo da poter chiamare casa: alveari con vista

Un luogo da poter chiamare casa. A place to call home: un rifugio dal caos, un’oasi di quiete e sicurezza, un posto in cui rispecchiarsi. Anche piccolo, anche minuscolo. Troppe persone, nel mondo, oggi non hanno niente del genere. Solo a New York si stima che oltre 60mila cittadini dormano ogni notte in rifugi per senzatetto; e non si contano …

Leggi tutto »

La paglia è di casa: l’innovazione di una start-up pugliese

Una casa e alcuni agriturismi in Toscana, una villa a Capri, un bungalow sperimentale in Calabria. Edifici di tipo diverso uniti dal materiale che li compone: la paglia. Prespaglia è la startup innovativa che li ha realizzati. Nata nel 2012, l’azienda ha investito quattro anni in test e sperimentazioni prima di avviare la produzione, la commercializzazione e la vendita nel …

Leggi tutto »

Un albergo diffuso tutto al femminile

Un albergo diffuso. Una scommessa lanciata da 14 donne del luogo che, dopo aver fondato l’Associazione Donne di Montagna, si sono proiettate in questa avventura con il supporto del Comune. I motivi ce li spiega Graziana Regazzoni, tra le ideatrici del progetto. Poche parole ma idee molto chiare. «Non l’abbiamo fatto per guadagnare, ma per contrastare il fenomeno di spopolamento …

Leggi tutto »

Caffè come carburante: l’innovativa idea di una start-up inglese

No grazie, il caffè mi rende nervoso”, recitava il compianto Massimo Troisi in un film cult del 1982. D’altronde è ormai acclarato che la bevanda più amata dagli italiani, se consumata in modo eccessivo, può trasformarsi in un pericoloso eccitante e provocare problemi all’organismo. Tuttavia, da Oltremanica ci giungono buone notizie che riabilitano, almeno in parte, i “caffè dipendenti”. Si …

Leggi tutto »