Parquet: tracce nel tempo

Il pavimento che ricopre la superficie su cui posiamo i piedi in casa è un elemento importante, uno degli elementi fondanti della bioedilizia perché contribuisce in modo risolutivo a rendere gli ambienti salubri.

Vive per secoli

Un pavimento in legno pregiato può vivere secoli e secoli, semplicemente modificandosi e continuando ad arricchirsi di contenuti. E’ questo l’aspetto che a molti fa preferire il calore del legno: lentamente, le parti più tenere della superficie si consumano permettendo ai nodi e alle venature più dure di emergere. Gli artigiani di ultima generazione hanno imparato le dinamiche di questo affascinante reinventarsi della materia prima e oggi sanno raccontarle in modo fedele attraverso una lavorazione lunga e meticolosa che si esprime in parquet belli ed ecologici come, ad esempio, quelli di Fiemme 3000, “una collezione limitata, una produzione esclusiva scritta dalle mani dell’uomo seguendo un canovaccio tracciato dal tempo”. Il resto è dato da due elementi fondanti: la tracciabilità della materia prima, il legno, e l’ecologicità delle finiture.

Ti presentiamo una piccola galleria di “prodotti green”.

Vuoi saperne di più?

Abbiamo dedicato a questo tema un ampio articolo pubblicato sul numero di luglio e agosto del nostro giornale. Se te lo sei perso, puoi recuperarlo scaricando la App e leggendolo sul giornale digitale, basta andare a questo collegamento.