Salone del mobile 2019 | verde fa tendenza | folla di persone

Salone del Mobile 2019: il verde fa tendenza, non solo come colore

Al via alla 58esima edizione del Salone Internazionale del Mobile. Come ogni anno espositori, prodotti, eventi si affiancheranno sul palcoscenico milanese, con un denominatore comune: l’innovazione.

L’attenzione si concentra in modo più decisivo anche su un altro aspetto trasversale, quale la sostenibilità. Qualità, tecnologia e creatività si fondono a un concept di salubrità che prevede di superare le aspettative nell’edizione di quest’anno e di non risparmiare sorprese. È prevista inoltre un’affluenza media di oltre 370.000 presenze da 188 Paesi.

La sostenibilità è fluida, si adatta a ogni prodotto

Il mondo del design e dell’arredo si tinge di verde, al fine di garantire il benessere ambientale, ma anche personale, senza rinunciare al piacere estetico. Partendo da un’offerta di tipo Classico, che si veste della tradizione e dell’artigianalità, passando per una di Design, più moderna e funzionale, fino alla proposta xLux, dedicata al lusso, l’attenzione per l’ambiente sfiora i diversi settori… e prodotti.

Dentro il Salone

L’importanza del riposo

Coco-Mat nasce nel 1989 con un obiettivo: costruire materassi e sommier in grado di offrire un sonno perfetto. Ma anche letti, cuscini, biancheria, mobili, accessori, tutti prodotti 100% naturali, in grado di garantire il benessere della persona e dell’ambiente. L’azienda basa il suo successo sulla relazione intrinseca esistente fra uomo e natura e sui benefici che derivano dall’attingere a materiali provenienti da essa. Al Padiglione 8 stand A29 B28 Coco-Mat esporrà le novità della collezione di quest’anno, create ad hoc per il suo trentesimo compleanno.

Filosofia Eco

Eco Contract + Eco Design rappresentano l’eleganza dello stile italiano che viaggia in parallelo a un impegno reale verso l’ambiente. Al Salone presentano alcune anticipazioni dei brand di cui sono fornitori esclusivi nell’ambito dei pavimenti, dei tessuti contract di brand fashion, uffici all’avanguardia e hotel di lusso.

Amtico, leader nelle pavimentazioni in vinile, propone Cirro, una sintesi ottimale fra bellezza e performance. È 100% riciclabile, privo di sostanze tossiche e adattabile a qualsiasi ambiente. Per quanto concerne invece i rivestimenti tessili, Ege si riconferma come esempio da cui prendere spunto per le moquettes. L’azienda danese dà vita a prodotti solo derivati da materiali riciclati e che possiedono certificati Cradle to Cradle. Di conseguenza l’attenzione è elevata anche dal punto di vista della produzione e gestione di energia, calore e acque reflue.
Non può mancare il legno, come esemplificazione di tradizione e naturalezza. Surco usa solo legni certificati PFC per i suoi parquet e dalla lavorazione al trattamento applicano solo processi e olii eco-friendly.

Woodland

Infiniti festeggia i suoi dieci anni di partecipazione al Salone con una installazione di Stefano Boeri Architetti. Il brand italiano che spicca nella fornitura di complementi d’arredo di design e contract, ha deciso di stupire i visitatori con un’area di 400mq allestiti con pali in legno di diverse altezze, che identificano vari ambienti. Il legno proviene dall’azienda friulana Innova FVG, ecologico e di eccellezza. Woodland rappresenta un luogo permeabile e sinergico che guida le persone a scoprirlo e accompagna verso le vie d’uscita.

Luminosità green

euroluce | salone del mobile | lampade

Euroluce dal 1976 presenta soluzioni per illuminare gli ambienti in modo originale e innovativo. La sensibilità alle condizioni del nostro Pianeta fa sì che si verta in misura superiore a prodotti che riducano i consumi senza rinunciare al design, per un’efficienza massimizzata. Questo è il motivo per cui si sente parlare con maggiore frequenza di “smart lighting”, di sviluppo dei led, di controllo e miniaturizzazione delle fonti luminose. Una maggiore digitalizzazione porta ad avere una casa “connessa” e un sistema di illuminazione che faccia altrettanto. E così diviene più semplice ridurre al minimo gli sprechi, ottenere riscontri positivi sulle percezioni sensoriali delle persone, sulla loro salute e sull’emotività. Adottare uno stile di vita e dell’abitare in linea con le esigenze di una società che muta, assumendo un carattere sempre più smart, e con quelle della natura.

Fuori(dal)salone

Onde

Appena fuori da Salone del Mobile continuano gli spunti di riflessione. Waves si impone come un urlo nella lotta al cambiamento climatico. Inaugura “(f)Acts on Climate Change”, il ciclo di iniziative di One Works, curate dal giornalista esperto di tematiche ambientali Daniele Moretti. L’installazione trasporterà fisicamente i curiosi all’interno di onde crescenti create con alghe marine, per rendere tangibile la crisi climatica. Tutto per arrivare a immergersi in un documentario creato da Moretti.

Un distretto di design

Il tema della terza edizione di Isola Design District sarà Unlimited Design. Senza limiti, letteralmente, per andare oltre l’idea di prodotto a se stante con la sua funzione e per scoprire nuove forme di comunicazione grazie all’avvento tecnologico e ai materiali sempre più innovativi e naturali. La Stecca 3.0 con il Design Village costituisce il cuore pulsante del distretto e ospiterà lavori e opere di designer emergenti creati da materiali di scarto. Un bar stampato in 3d, installazioni green davinciane e molto di più. Tutto nell’ottica di inseguire il trend più sano che fino ad ora sia nato: la passione per il verde.

di Clarissa Marchese

Foto da Salone del Mobile e Euroluce

Per sfogliare la rivista di Casa Naturale clicca qui, 90 secondi di consultazione gratuita. Registrandoti avrai invece accesso a un mese di lettura libera della rivista!

Se vuoi abbonarti, ecco il link.

Approfondimenti

Scopri gli altri eventi sul Fuorisalone!

 

© Riproduzione riservata