MADE Expo 2015

MADE Expo 2015, dal 18 al 21 marzo a Milano

Punto di riferimento internazionale per architetti e progettisti interessati a conoscere le ultime novità per l’architettura e le finiture d’interni, MADE Expo 2015 si prepara per un’edizione che non deluderà le aspettative di espositori e visitatori. Grazie alla forte specializzazione, alla verticalità della proposta, alla consapevolezza che progettare vuol dire tenere sempre presenti i canoni di innovazione, sostenibilità e bellezza, e alla scelta di passare alla biennalità la rassegna è cresciuta di anno in anno diventando un punto di riferimento internazionale per i professionisti della progettazione che nell’edizione del 2013 hanno rappresentato quasi il 40% degli oltre 211mila visitatori (36mila stranieri).

A proposito di sostenibilità un ruolo di primo piano lo giocherà Build Smart!, il nuovo programma di eventi organizzato in collaborazione con Agorà che diffonderà conoscenze e contribuirà a sensibilizzare nei confronti dell’innovazione tecnologica dell’industria delle costruzioniBuild Smart! garantirà una ricca panoramica su prodotti, materiali, sistemi e tecnologie per progettare, costruire e rinnovare edifici sostenibili, sicuri, antisismici e performanti. Il tutto caratterizzato da una forte capacità attrattiva nei confronti di visitatori altamente qualificati. Build Smart! affronterà infatti il tema del costruire e del riqualificare in maniera sostenibile e sicura attraverso momenti di approfondimento e formazione organizzati in due luoghi fisici, interconnessi anche se in padiglioni distinti. Ogni area sarà caratterizzata, oltre che da un intenso programma di convegni e workshop che garantiranno crediti formativi, anche da coinvolgenti appuntamenti interattivi, in grado di avvicinare i visitatori alle soluzioni e ai prodotti più evoluti che le aziende espositrici di MADE expo mettono al servizio della progettazione e delle costruzioni.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ info=”true” lightbox=”true”]

Le costruzioni in legno continuano a guadagnare quote di mercato. I primi quattro mesi del 2014 confermano i trend di contrazione del quinquennio 2009-2013. L’ANCE stima per il 2014 una flessione del -2,5% in termini reali degli investimenti in costruzioni, che si collocano su un livello particolarmente basso, paragonabile a quello del 1967. Il 2014 rappresenterà il settimo anno consecutivo di crisi e, dal 2008, il settore avrà perso il 31,7% degli investimenti pari a circa 58.800 milioni di euro. Anche nel 2014 gli investimenti in costruzioni si stima siano indirizzati per lo più verso l’edilizia residenziale, che riguarda così il 56% degli investimenti totali per un ammontare di 70.316 milioni di euro. L’edilizia non residenziale nel 2014 vale invece 56.173 milioni di euro, pari al 44% degli investimenti complessivi.

Scopri di più sul MADE expo