LED: lampadine per una luce “green”

Ridurre i consumi di energia elettrica in casa è possibile e doveroso, specialmente in tempi difficili come questi. Per fare ciò, bisogna scegliere la lampada giusta per ogni esigenza. Quelle a LED consentono di risparmiare, a parità di luce emessa, fino all’80% di energia elettrica rispetto a una normale lampada a incandescenza, e hanno un tempo di vita che può arrivare fino a 100 mila ore, contro le 1.000 di una lampadina ad incandescenza e le 10 mila di una lampada a fluorescenza. Inoltre, se vogliamo aumentare la luminosità e diminuire i consumi della luce artificiale, è bene tinteggiare le pareti degli ambienti con colori chiari e scegliere un’illuminazione localizzata per le diverse aree. Meglio, poi, preferire un lampadario con una sole luce centrale, ed evitare quelli con tante lampadine, che consumerà molto. Infine, al momento dell’acquisto è bene accertarsi che la lampada sia prodotta in conformità con le norme di legge in materia di sicurezza, con il marchio IMQ o ENEC

Universo a Led

Il sistema Universo, disegnato da Pepe Tanzi, è il primo al mondo con tecnologia LED, una vera rivoluzione per la luce: i LED consumano un quarto dell’energia rispetto alle lampade a incandescenza, durano quaranta volte di più, non scottano e non si rompono. I corpi illuminanti sono realizzati in vetro soffiato, porcellana, terracotta e alluminio in diverse finiture e colori.

 

I cubi luminosi

Due quadrati, uno a parete e l’altro a contenere la sorgente LED senza alimentatore, sono le unità di misura di un angolo retto che entra nell’ambiente silenzioso ed efficace. Questo è il sistema Quad, costruito in pressofusione di alluminio, plastico e dinamico, componibile all’occorrenza.