klimahouse toscana

Convegno CasaClima a Klimahouse Toscana 2014

Si apre venerdì 28 marzo la prima edizione di Klimahouse Toscana, nuovo appuntamento di Fiera Bolzano mirato a promuovere i temi legati all’efficienza energetica e al risanamento in edilizia.

La Stazione Leopolda di Firenze, sede della manifestazione fieristica, è il punto d’incontro per i privati, le aziende, le Istituzioni, le Associazioni e l’Università impegnati ad avviare un dialogo per lo sviluppo dell’edilizia a basso impatto ambientale, non solo in Toscana ma in tutte le Regioni del Centro Italia. Tema conduttore dell’articolato programma di Klimahouse Toscana, che comprende 23 appuntamenti tra convegni e seminari sviluppati nelle tre giornate della fiera, quello della tecnologia applicata alla riqualificazione delle preesistenze architettoniche, focus su cui vertono le presentazioni di case history concrete applicate sul territorio toscano.

Si parte nella giornata di venerdì, 29 marzo con una riflessione, su come “riqualificare l’Italia” con un consumo di “territorio zero”. L’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima ha presentato un anno fa un protocollo di certificazione espressamente dedicato alle riqualificazioni, “CasaClima R“, ormai in fase operativa che rappresenta lo strumento con cui lavorerà in questo settore anche nei prossimi anni. Per discuterne interverranno esperti, studiosi, rappresentanti delle associazioni di categoria e alti amministratori locali. Saranno Manuel Benedikter, architetto, Andrea Barbabella, responsabile energia della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile,Rosa Filippini, Presidente degli Amici della Terra Italia, del Sindaco di Bolzano, Luigi Spagnolli, l’Assessore all’Urbanistica di Firenze, Elisabetta Meucci e Luca Talluri, Presidente di Casa Spa di Firenze a portare le loro esperienze all’interno del congresso.

Casaclima a Klimahouse Toscana

Sabato, 30 marzo sarà dedicato al grande tema della sostenibilità, molto discusso, ma ancora troppo poco concretamente applicato. Anche questo dibattito sarà arricchito dai contributi di esperti e imprenditori, che si confronteranno con i protocolli di sostenibilità CasaClima nel settore alberghiero e vitivinicolo. Ne discuteranno l’albergatore Michil Costa, Tommaso Franci dell’Osservatorio Energia REF, il Direttore del Centro Studi Turistici CST, Alessandro Tortelli, i rappresentanti di FederVini e FederAlberghi e Guido Pizzolotto, che presenterà la partnership con il mondo assicurativo di ITAS.

In quest’occasione CasaClima annuncerà oltre al suo nuovo protocollo dedicato alle scuole: “CasaClima School” anche l’istituzione dell’associazione “CasaClima Med“, un grande Network che raccoglierà molte regioni meridionali, dal Molise, alla Puglia, dalla Basilicata alla Campania e Calabria fino alle isole, Sicilia e Sardegna. La volontà è di mettere in relazione sui temi della sostenibilità e dell’efficienza energetica le esigenze di genti che abitano in climi freddi e alpini con quelle che vivono nei luoghi caldi del Mediterraneo.