Global Strike for Future: la voce dell’ambiente

di Clarissa Marchese

Global Strike for future | fridays for future | manifestazione | ambiente | piazze

Ci siamo quasi. Venerdì 15 marzo scenderanno in piazza studenti, ma anche adulti e oltre 3 mila scienziati.
Hanno aderito più di 500 città di 60 paesi. È il Global Strike for Future, la marcia pacifica mondiale contro il cambiamento climatico.

Tutto ha avuto inizio il 20 agosto 2018. Quando Greta Thunberg decide di non andare a scuola fino alle elezioni generali del 9 settembre. La giovane attivista (16 anni) ha a cuore le sorti del pianeta e sceglie di dimostrarlo stazionando davanti al Parlamento svedese e chiedendo ai politici iniziative concrete.

Hanno inizio così i “Fridays for Future”. Ogni venerdì gli studenti – e non solo loro – si attivano in ogni parte del globo e fanno sentire la loro voce. Un movimento pacifico per sensibilizzare le persone sugli effetti del cambiamento climatico sugli ecosistemi.

Global Strike for future | fridays for future | manifestazione | ambiente | piazze

E così, mese dopo mese, hanno aderito anche molte piazze italiane. Tra queste, Torino, Milano, Genova, Pisa… L’appuntamento più atteso è per venerdì 15 marzo. L’occasione che finora era mancata «per creare quella capacità aggregativa» come l’ha definita il metereologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli. Da oltre vent’anni impegnato nelle scuole dove, spiega Mercalli, si registra un forte interesse individuale finora incapace di trasformarsi in movimento comunitario.

Il countdown è iniziato: è necessario un cambio di rotta. Greta si è rivolta direttamente ai leader mondiali: «State rubando il futuro ai vostri figli». Sarà ascoltata? Anche Legambiente ha risposto alla chiamata. Stefano Ciafani, presidente nazionale dell’associazione, ha ribadito l’urgenza di rinnovare il modello energetico del nostro paese verso soluzioni rinnovabili e sostenibili e di raggiungere un coordinamento tra le politiche dei diversi paesi.

di Clarissa Marchese

Per sfogliare le riviste di Casa Naturale clicca qui, 90 secondi di consultazione gratuita. Registrandoti avrai invece accesso a un mese di lettura libera!

Se vuoi abbonarti, ecco il link.

Curiosità

Vuoi saperne di più sul cambiamento climatico? Da’ un’occhiata a questi spunti!
Klimahouse 2019 – Treno VerdeLegno&Edilizia – Oslo città sostenibile

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

Il sughero, isolamento coerente con la bioedilizia

Isolare gli edifici in legno con il sughero Corkpan: u...

Condividere lo sguardo

Tra montagna e bosco, immerse nel verde sconfinato del...

Un sistema efficiente per un’accoglienza tutta green

Le soluzioni di produzione energetica proposte da Para...

Casa Naturale su Instagram