Come cambia la zona notte

Gentile redazione,

innanzitutto vi faccio i complimenti per la vostra rivista che leggo da diversi mesi. La ritengo interessante, esaustiva e piena di idee utili. Vi interpello per avere consigli sulla mia nuova abitazione. La mia attenzione è rivolta al piano terra. Mi piacerebbe rivedere la zona notte in quanto, cosi come è stata progettata dal mio tecnico, non mi sembra funzionale e ritengo che gli spazi possano essere sfruttati/divisi in modo diverso per renderli più funzionali. Quello che vorremmo realizzare sono due camere per i bimbi, la nostra camera matrimoniale con relativa cabina armadio e bagnetto interno e infine il bagno principale.Visto che, come anticipato, la casa è in costruzione, si possono ridisegnare da zero gli infissi e non tenere conto di quelli presenti nel disegno.Grazie per la vostra collaborazione.

Saluti, Tessini Juri

 

Gentile lettore,

La ringrazio per l’attenzione posta alla nostra redazione e alla fiducia accordata.

Da un’attenta visione dell’immobile e dallo spazio da riorganizzare è emerso che, effettivamente, nel progetto preesistente esistono alcuni spigoli inutili che, seppur caratterizzando lo spazio in pianta, risultano essere poco funzionali. Ho lavorato sulla porzione di casa da lei evidenziata e, dunque, disponendo la zona notte con le funzioni richieste.

L’inclinazione dei tramezzi a 45° gradi non è sempre una soluzione conveniente in quanto può essere giusta per un ambiente ma non per il suo complementare. La camera da letto matrimoniale risulterà la zona più importante dello spazio. Essa sarà corredata da una cabina armadio e da un bagno personale come richiesto. Una delle modifiche effettuate al prospetto in questo caso è il trasferimento di una finestra allocata in precedenza sul lato verticale della camera. Questo spostamento ci permetterà di avere un lato disponibile per poter creare una cabina armadio funzionale e capiente. I precedenti 29 mq progettati, restano invariati ma con una differente disposizione delle tramezzature. Per quanto concerne le restanti camere ho previsto: per la prima una cabina armadio capiente e per la seconda un intervento di regolarizzazione dei tramezzi eliminando la risega creata in precedenza. Il bagno principale avrà una forma rettangolare abbastanza ampia da poter caratterizzare con tutti i comfort scelti.

Arch Monica Pezzella redazione@casanaturale.info

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ transition=”‘slide’”]