ongreening

In rete per la sostenibilità

Non sorprende che il settore dell’edilizia sostenibile stia vivendo oggi una forte accelerazione, considerando che oltre il 40% delle emissioni di carbonio proviene dalla filiera delle costruzioni.

Secondo recenti stime condotte a livello globale, l’edilizia sostenibile è in pieno boom e raddoppia il mercato ogni tre anni, accrescendo l’importanza delle certificazioni di sostenibilità. Entro il 2025 sono previsti investimenti per oltre 960 miliardi di dollari, per cui i protocolli di green rating si riveleranno fondamentali per valutare oggettivamente l’intero sistema edificio, l’efficienza energetica, l’impatto sull’ambiente, i materiali, i consumi e le strutture.

Tipologie di protocollo

I protocolli internazionali sono moltissimi. HQM in Francia, BREEAM in Inghilterra, Green Star in Australia ed Estidama negli Emirati Arabi ne sono solo alcuni, che si sommano ai vari protocolli della famiglia LEED – Leadership in Energy and Environmental Design – nati negli Stati Uniti per certificare ogni tipo di edilizia.

Salubrità interna

Secondo recenti statistiche passiamo in media l’80% del nostro tempo in ambienti al chiuso. L’aria che respiriamo è fondamentale per la salute, responsabile per l’OMS della terza causa di morte al mondo, dovuta effettivamente a malattie respiratorie. Voc, muffe e smog che penetrano dall’esterno, sono dunque parametri da non trascurare.

Ongreening

È nata quattro anni fa come startup e con l’obbiettivo di semplificare la progettazione e la realizzazione di edifici sostenibili tramite un sistema di condivisione e mappatura di prodotti, progetti e buone pratiche.

La piattaforma utilizza due elementi principali: il Product Search e il Product Map. Si tratta di un database unico a livello globale, in grado di aiutare i professionisti nella ricerca di prodotti conformi ai maggiori protocolli di sostenibilità. Le aziende pagano una quota per pubblicare i prodotti sul portale ma la loro classificazione è poi aggiornata costantemente in base ai sistemi di rating. Il Product Map consente di valutare la conformità dei materiali rispetto ai parametri delle più diffuse certificazioni.