Detersivo eco

I detersivi che amano il verde

Fare il bucato, lavare i piatti, ma anche fare la doccia o sciacquarsi le mani sono gesti quotidiani che, con un po’ di accortezza e i prodotti giusti, consentono di risparmiare e di evitare emissioni nocive nell’ambiente. In primo luogo, si possono scegliere i detersivi ecologici, ovvero prodotti certificati da appositi organismi come, ad esempio, Icea o Ecolabel. Si tratta di sostanze biodegradabili che non contengono addensanti, perlanti, profumi di sintesi, sbiancanti ottici, coloranti, materie prime di origine animale, derivati petrolchimici, fosfati. Sono concentrati e formulati con materie prime di origine vegetale, perlopiù italiane e a chilometro zero, rinnovabili, quindi a bassissimo impatto ambientale ed ecocompatibili. I prodotti tradizionali per la pulizia della casa che si trovano in commercio nella grande distribuzione, oltre ad essere causa di forte inquinamento domestico perché contengono sostanze non biodegradabili, determinano un numero sempre crescente di allergie e dermatiti da contatto. Scegliere detersivi ecologici ecocompatibili consente di rispettare l’ambiente e la propria pelle, evitando che il materiale tossico per gli organismi acquatici finisca negli scarichi e che la nostra pelle assorba una parte delle sostanze nocive contenute nei detergenti che vanno a depositarsi nelle fibre dei tessuti. Nei detersivi ecologici è assente qualsiasi tipo di sbiancante ottico: si tratta di sostanze chimiche che agiscono con un semplice effetto ottico ad opera della luce UV, facendo percepire bianchissimo tutto ciò che ha un colore tendente al giallino.

Detersivi alla spina

Scegliamo detersivi alla spinaUn altro modo per lavare e lavarsi rispettando maggiormente l’ambiente è quello di fare ricorso ai detersivi “alla spina”, con contenitori ricaricabili. Tramite appositi distributori, si ha la possibilità di “ricaricare” un contenitore della quantità scelta di detersivo desiderato, scegliendo tra i disponibili, che di solito sono quelli destinati al lavaggio in lavatrice, inclusi gli ammorbidenti, al lavaggio a mano delle stoviglie, al lavaggio di vetri, pavimenti e superfici. La distribuzione dei detersivi alla spina consente al consumatore di risparmiare fino al 40% sul costo di acquisto e alla società di produrre meno rifiuti, di risparmiare energia elettrica e di inquinare di meno. In che modo? A parità di qualità, i detersivi alla spina costano di meno: non hanno marca, non hanno costi di marketing né di distribuzione. Il contenitore (di plastica) utilizzato per le ricariche è sempre lo stesso; i costi derivanti dallo smaltimento dei rifiuti sono quindi ridotti e la plastica in circolazione diminuisce fortemente. Il consumo energetico si riduce perché è necessaria meno energia elettrica per produrre i contenitori di plastica, per smaltirli e per trasportare i detersivi. In questo modo diminuiscono anche le emissioni di anidride carbonica, perché questi detersivi vengono trasportati, in svariati litri, in tank senza interstizi tra un flacone e l’altro e ottimizzando così lo spazio
ed il numero di camion necessari al loro trasporto.

Vantaggi dei detersivi green

per ogni contenitore di plastica riciclato si evita:

  • Consumo di 1,5 kwh di energia
  • Spreco di 240 litri di acqua
  • Emissione di 14 gr di anidride carbonica
  • Gasolio necessario alla distribuzione