alberi

Progetto Forest

Alberi, a volte centenari, strappati dai villaggi o trapiantati in mezzo al cemento. Seguendo l’attuale politica di urbanizzazione, in Cina ogni città sta costruendo a ritmi forsennati le proprie foreste di cemento. Per renderle più vivibili si è iniziato persino a comprare e costruire vere e proprie foreste di alberi.

Il progetto “Forest” di Yan Preston, vincitore di Syngenta Photography Award 2017, segue da sei anni la vita, e molto spesso la morte, di questi nuovi cittadini arborei, riuscendo a trasmetterne la silenziosa sofferenza.

Quando, nel Marzo 2013 la fotografa cinese Yang Wang Preston arrivò nello Yunnan, sulle pareti delle case di un piccolo villaggio in argilla c’era scritto in rosso: “prima traslocherete, prima ne trarrete beneficio”.

Lo slogan governativo preannunciava, in realtà, che il vecchio e tranquillo borgo rurale sarebbe stato presto sommerso dalla acque dello Yangtze a causa della costruzione di una grande diga. Come tanti altri cinesi, gli abitanti di Xialiu sono stati convinti a trasferirsi in città prive di vegetazione.