Gli esterni del Museo A come Ambiente di Torino

Al Museo A come Ambiente si entra col “biglietto sospeso”

Il caffè sospeso lo hanno inventato a Napoli, ma il “biglietto sospeso” è un’idea tutta torinese. L’ha lanciata il MAcA Museo A come Ambiente di Torino  (informazioni a questo link). Che da ottobre 2018 ha deciso di copiare la bella tradizione partenopea per rendere la didattica e l’informazione ambientale ancora più inclusive.

Un museo per tutti

Aperto una decina di anni fa nel capoluogo piemontese, il MAcA è il primo museo in Europa interamente dedicato ai temi ambientali. Acqua, alimentazione, gestione dei rifiuti, inquinamento atmosferico, pratiche quotidiane di sostenibilità sono gli argomenti al centro delle installazioni.
Fondamentale è poi, naturalmente, l’aspetto didattico. Il museo torinese ha un rapporto continuo e intenso con le scuole, a cui sono rivolte gran parte delle sue attività e laboratori. Perché il rispetto per l’ambiente comincia prima di tutto dal formarsi di una coscienza ambientale in coloro che saranno i cittadini di domani.

Un’installazione della mostra sulla plastica “Out to Sea?” al MAcA – Museo A come Ambiente

Non sempre, però, le classi o gli studenti possono permettersi partecipare, a causa dei problemi economici di alcune famiglie. Racconta il direttore del MAcA, Paolo Legato: «Riceviamo spesso richieste di aiuto. “Buongiorno, sono la rappresentante genitori della classe X. Mi sono rivolta a voi per chiedere l’ingresso gratuito al museo. La nostra classe in questi anni non ha visitato nessun museo perché alcuni genitori non sono in grado di pagare il prezzo intero del biglietto. Per cui la nostra classe, per non mettere in difficoltà i genitori in forte crisi economica, non propone uscite di questa tipologia. Siamo a farvi questa richiesta perché vorremmo evitare che alcuni bambini possano non vivere momenti di scoperta piacevole”. Che fare? È così che ci è venuta l’idea di istituire la modalità dei biglietti sospesi».

Come funziona il biglietto sospeso

Esattamente come avviene per il caffè sospeso, chi lo desidera può acquistare un biglietto di ingresso in più e metterlo a disposizione di qualcun altro. Questo sistema permetterà così anche alle fasce economicamente più deboli di partecipare attivamente agli eventi promossi dal Museo A come Ambiente.

La sezione “Energia” al Museo A come Ambiente

Per facilitare la raccolta, il MAcA ha lanciato una campagna di crowdfunding su Eppela. I fondi raccolti dai donatori attraverso la piattaforma verranno impiegati per l’acquisto dei biglietti sospesi. «L’obiettivo – spiegano gli organizzatori – è di raggiungere il traguardo di 500 biglietti, del valore ognuno di 4,5 euro».
L’ambiente è di tutti, così come la cultura deve essere accessibile a ognuno. «Questa, come altri piccoli o grandi atti di buona volontà, – conclude Legato – è un’azione che contribuisce a potenziare l’aggregazione sociale e a ridurre le differenze di accesso. Alle risorse materiali, come un caffè, o immateriali, come un’esperienza culturale».

Per approfondimenti:
sulla didattica ambientale
su arte e ambiente

© Riproduzione riservata