Vivere in un fienile: una scelta naturale

di Redazione Casa Naturale

Si tratta di un’abitazione unifamiliare su un lotto dall’orografia vincolante con un dislivello, dalla quota di ingresso al confine verso la valle, che supera i 7,50 metri. L’esposizione del lotto e le pendenze hanno determinato lo sviluppo dell’edificio in lunghezza, su un unico piano e lo snodo in tre sezioni, diversamente inclinate, rispettose delle quote esistenti del terreno con lievi modificazioni nella parte centrale del lotto. Le tre sezioni si compenetrano variando la propria larghezza: da quella a nord-ovest, che occupa il patio di ingresso, a quella centrale con la cucina, un bagno, una camera e la sala da pranzo, fino alla parte finale a sud-est, dove si trova la camera padronale con il bagno di servizio e il salotto rivolti a valle e verso le alberature.

Pubblicità

Una struttura caratteristica

Caratteristica saliente è la divisione della sagoma in due parti uguali, tagliata in corrispondenza del colmo, che coinvolge tutta la lunghezza della casa rilegando verso monte le parti di servizio e a valle un unico ambiente che sintetizza e funge da spazio privato e spazio comune oltre che da volume a “serra”. Le porzioni vetrate collocate a sud-ovest consentono, infatti, di far penetrare calore soprattutto nei mesi invernali più freddi. Nei mesi estivi l’oscuramento è ottenuto da scorrevoli esterni in assi di larice che completano anche la copertura e gli altri prospetti.

Un fienile da abitare

La residenza, la cui struttura e le cui finiture sono interamente realizzate in legno lamellare X-LAM, consuma meno di 10 Kwh/m2a, risultando, quindi, a basso impatto ambientale sia dal punto di vista del consumo energetico che delle immissioni nocive dei prodotti di scarto. L’apporto solare derivante dalle grandi superfici vetrate rivolte a sud è sufficiente al fabbisogno calorico dell’intero edifico che con l’ausilio di un sistema di VMC con recuperatore di calore non necessita di alcun tipo di impianto tradizionale di riscaldamento o raffrescamento. E’ stato installato un serbatoio di 10 mila litri per la raccolta dell’acqua piovana che verrà utilizzata per irrigare il prato (lasciato a “pascolo”) e per l’acqua sanitaria.

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 21,50 €

Partner

I più letti

Energia domestica: utenze pubbliche addio

Sarotto Group presenta sul mercato un’innovativa soluz...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

case prefabbricate legno e cemento

Case prefabbricate: il meglio del legno e del cemento

La prefabbricazione rappresenta oggi la tecnica più evo...

L’edificio con una pelle ad alte prestazioni

Una superficie in HPL Trespa, materiale commercializza...

Casa in legno, casa sana?

L’edilizia in legno è da sempre associata a valori di...

Casa Naturale su Instagram