Spiagge liberate: 250mila metri quadrati restituiti ai bagnanti

di Maria Chiara Voci

Gli amanti del mare da oggi hanno 250mila metri quadrati di litorale libero in più da godersi. È il risultato dell’operazione “Spiagge libere” condotta dalla Guardia Costiera su tutto il territorio italiano e conclusa la scorsa settimana.

Contro l’abusivismo

L’operazione, che si è svolta nel periodo di maggiore presenza di bagnanti lungo le coste italiane, ha condotto oltre 5 mila controlli per prevenire e contrastare l’occupazione abusiva di tratti destinati all’uso pubblico. Non è raro, infatti, che alcuni soggetti, senza averne titolo, trasformino di fatto spiagge che sarebbero beni comuni in cale “private”, o le occupino a fini di lucro, utilizzandole come stabilimenti balneari abusivi. Con danno per i bagnanti ma anche per l’ambiente.

Spiagge bene pubblico

In tutto la Guardia Costiera ha riscontrato 385 illeciti, per quasi 170 mila euro di sanzioni amministrative e 12 mila attrezzature balneari sequestrate. Alcune tra le spiagge più belle d’Italia sono state così “liberate” e restituite alla pubblica e gratuita fruizione per tutti i cittadini.
«Con questa operazione – ha dichiarato il comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto -Guardia Costiera, Giovanni Pettorino – abbiamo voluto rafforzare la presenza dello Stato a tutela di un bene pubblico, quali sono le spiagge. E riaffermare il diritto di tutti i cittadini di fruirne liberamente, nel periodo in cui si conta il maggior numero di utenti del mare sulle coste del nostro Paese».

Pubblicità

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Piccole case, grandi progetti

Abitazioni compatte, sostenibili e in completa simbios...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

Osservare l’albero da dentro

Una casa tra i rami può essere il punto di partenza pe...

Ridefinire il benessere

Un progetto che unisce la cultura francese con quella...

Casa Naturale su Instagram