Dimora cruelty free

di Maria Chiara Voci

Foto di Xavier Muyard

Investire su un nuovo modello di vita consapevole per una vera coerenza

Mobili, tende, divani, tappeti e perfino candele: tutto, in una casa, può nascondere ingredienti di origine animale. Una tendenza che si può invertire, man mano che aumenta il numero delle persone che scelgono di vivere il veganesimo in tutte le sue dimensioni. Perché questa scelta non è solo una questione di cibo: ma abbraccia tutti gli ambiti del quotidiano, dal cosa indossare ai prodotti per la cura della persona fino, ovviamente, alla casa.

Il divano protagonista dell’installazione ‘Cassina Croque La Pomme’ presso Cassina Paris, in collaborazione con Philippe Starck

L’attenzione alla casa vegana si spinge poi anche più in là: in pochi sanno, ad esempio, che molte vernici usano colle animali o a base di caseina, usata comunemente come legante; che nel cemento vengono incorporati grassi animali e che addirittura negli schermi degli elettrodomestici, in primis il televisore, spesso i cristalli liquidi contengono gelatina di origine animale. Con la giusta attenzione, è possibile compiere scelte consapevoli

Articolo pubblicato su Casa Naturale di settembre-ottobre 2021

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

Il sughero, isolamento coerente con la bioedilizia

Isolare gli edifici in legno con il sughero Corkpan: u...

Condividere lo sguardo

Tra montagna e bosco, immerse nel verde sconfinato del...

Un sistema efficiente per un’accoglienza tutta green

Le soluzioni di produzione energetica proposte da Para...

Casa Naturale su Instagram