Cantiere pulito

di Maria Chiara Voci

Foto di Sven Burman e Jonas Westling

Uno dei grandi vantaggi dell’edilizia in legno è la modalità con cui vengono eseguiti i lavori. La tecnologia digitale consente di programmare ogni fase, riducendo al massimo gli scarti. L’impatto sul territorio è al minimo

C’è una caratteristica che chi si imbatte nel cantiere di una casa in legno non può non notare: è la pulizia. Nessun residuo di terra o materiali di risulta, niente acqua, nessuna polvere, in genere la sensazione è quella di un insieme organizzato, dove tutti sanno cosa devono realizzare. Non dipende soltanto dalla capacità di un’impresa di governare, meglio di altre, la propria forza lavoro: come tutti i materiali prefabbricati, il legno sposta gran parte della propria lavorazione off-site, dal sito di costruzione alla fabbrica.

Foto di Sven Burman e Jonas Westling

Il cantiere è il momento finale di un percorso studiato, pianificato nei dettagli e dove gli imprevisti sono l’eccezione (a differenza di ciò che accade nell’edilizia tradizionale). Questo accade nel piccolo così come in grande scala: che si tratti di una casa monofamiliare come di una torre di più piani, cambia la dimensione…

Articolo pubblicato su Casa Naturale di luglio – agosto 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.ergodomus.it

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Casa Naturale su Instagram