Il sughero, isolamento coerente con la bioedilizia

di Redazione Casa Naturale

Casa Nemini Teneri, Scicli (RG), Arch. Giovanni Benedetti e Studio ErranteArchitetture

Isolare gli edifici in legno con il sughero Corkpan: una soluzione naturale che protegge dal caldo, dal freddo e dal fuoco

Per rientrare nella categoria concettuale “edifici in bioedilizia” sembra sia sufficiente che la struttura sia realizzata in legno. In realtà, concentrandosi sulla definizione di bioedilizia e bioarchitettura, si deve convenire sul fatto che queste discipline hanno la coerenza delle scelte come elemento di fondo imprescindibile. È dunque evidente come l’impiego di isolanti sintetici e non sostenibili su strutture in legno suoni incoerente, non solo nella forma, ma anche nella sostanza.

Casa Quattro, Magnago (VA), Studio LCA Arch. Luca Compri (Credits: Luca Bossi)

Il processo produttivo è super green

In uno scenario un po’ confuso spicca la coerenza di alcune soluzioni, come l’impiego del sughero espanso Corkpan come isolante. Su edifici con struttura in legno è un fattivo esempio di bioedilizia, sotto tutti gli aspetti. Proteggere ed isolare edifici in legno con il sughero Corkpan equivale a riproporre sull’edificio la naturale struttura della pianta, dove il legno viene protetto dalla corteccia dal caldo, dal freddo e dal fuoco. Il pannello di sughero espanso Corkpan – rispondente a Marcatura CE (EN13170) – è prodotto senza aggiunta di collanti chimici e di sintesi. L’agglomerazione del granulo avviene esclusivamente per fusione delle sostanze cerose contenute nella corteccia della quercia da sughero, sottoposta all’azione del vapore a 380°C. Anche per questo motivo, il sughero Corkpan è sicuro per l’uomo (ha ottenuto la validazione Biosafe) ed è certificato per la bioedilizia da ANAB-ICEA e Natureplus.

Sughero Corkpan su struttura xlam

Legno e sughero, amici dell’ambiente 

L’idea di città come serbatoi di carbonio passa dalla necessità di avere edifici “carbon negative”. Anche in questo la coerenza dimostrata dall’abbinamento legno-sughero è inappuntabile. Infatti, i due materiali stoccano le più elevate quantità di CO2, pari a 1,80 kg per Corkpan e fino a 1,65 kg per il legno massiccio. Ogni edificio diventa, così, una banca di carbonio, sottratto per fotosintesi all’ambiente. Inoltre, usato sulle strutture in legno, il sughero Corkpan è in grado di garantire ottime prestazioni termo-igrometriche, un elevato comfort abitativo e un ridotto impatto ambientale. In più, il sistema è disassemblabile a fine vita dell’edificio. 

Casa 3 Cime, Castelnuovo Garfagnana (LU), Arch. Emanuele Garufi

Alte prestazioni funzionali ed estetiche

A differenza degli isolanti plastici e minerali, poco idonei a schermare dal caldo, il sughero espanso Corkpan si rivela un’ottima soluzione per compensare la leggerezza delle strutture. In questo modo, il comfort abitativo sarà eccellente anche in estate. Ancor più naturale, è il rivestimento in sughero faccia a vista, una scelta che conferisce alle superfici un’estetica cangiante e molto caratterizzata. L’impiego del sughero Corkpan MD Facciata come isolamento e rivestimento di edifici in legno piace sempre di più: agli architetti, liberi di creare con la matericità del sughero, e ai committenti, che annullano i costi futuri di manutenzione della facciata.

Isolamento in parte a cappotto in parte a vista, Mulazzano (LO), Arch. Emanuele Garufi, Immobiliare Gardenia srl

Facciate cangianti 

L’applicazione del Sistema MD Cork Facade, che impiega il pannello Corkpan MD Facciata su legno, richiede sempre una posa doppio strato, che evita l’incollaggio diretto del pannello sulla struttura lignea, applicando un primo strato di sughero Corkpan. Poi, si procede all’incollaggio, con apposito collante a base di calce idraulica naturale, dello strato di rivestimento in sughero MD Facciata. Ciò permette di assolvere la doppia funzione di isolamento termo-acustico e di rivestimento architettonico in facciata. Il risultato estetico del cappotto MD Cork Facade è sorprendente: il colore della facciata si modifica in relazione alle condizioni climatiche, valorizzando i giochi di luci e ombre ottenuti con l’impiego di pannelli di sughero di spessori differenti. In generale, il pannello di sughero Corkpan MD Facciata, soggetto all’azione delle intemperie, tende a mantenere una tonalità più scura, mentre, soggetto alla luce intensa del sole ed in climi asciutti, assumerà tonalità più chiare.

Dettaglio di sughero a vista e copertura, Felino (PR), Studio MFA Arch. Mauro Frate (Credits: Arch. Francesca Riva)

Per approfondire

www.tecnosugheri.it

© Riproduzione riservata.

Contenuto Sponsorizzato.

Partner

I più letti

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

Il sughero, isolamento coerente con la bioedilizia

Isolare gli edifici in legno con il sughero Corkpan: u...

Condividere lo sguardo

Tra montagna e bosco, immerse nel verde sconfinato del...

Un sistema efficiente per un’accoglienza tutta green

Le soluzioni di produzione energetica proposte da Para...

Casa Naturale su Instagram