Isolamento a cappotto

di Redazione Casa Naturale

Isolamento a cappotto cos’è e a cosa serve

Per proteggere la muratura dalle escursioni termiche conviene posizionare lo strato isolante verso l’esterno, consentendo alla massa della muratura di rimanere più calda in inverno e più fresca in estate garantendo, quindi, un migliore comfort abitativo.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ transition=”‘slide’”]

Durante l’inverno, in un muro non isolato, o isolato internamente, può verificarsi la presenza di condensa a causa dell’umidità presente nella muratura e la conseguente formazione di muffe, inconveniente completamente azzerato in presenza di cappotto esterno. Un altro importante beneficio del “cappotto esterno” è l’eliminazione o la correzione di ponti termici costituiti da travi, pilastri e solette, che sono i principali punti di ingresso del freddo all’interno del fabbricato. Se valutiamo anche la sostenibilità è importante sottolineare che le coibentazioni possono essere realizzate con materiali naturali (ad esempio sughero, fibra di legno, silicato di calcio), che a differenza dei materiali derivati dal petrolio, sono biodegradabili.

 

Pubblicità

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Tra gli alberi, a tre metri da terra

La casa sospesa come strategia per salvaguardare il te...

Spontaneo è bello

Cinque considerazioni sul giardino del futuro in un vi...

La saggezza antica dell’isolamento

Sughero, fibra di canapa o di legno, lana di pecora o...

Casa Naturale su Instagram