Ecosostenibilità diffusa

di Redazione Casa Naturale

Dagli Stati Uniti ancora innovazione in termini di ecosostenibilità. Questa abitazione è uno dei primi primi edifici residenziali con la certificazione LEED Platinum, la classe A del sistema statunitense di classificazione dell’efficienza energetica e dell’impronta ecologica degli edifici. Si trova nel Midwest, sulle rive del lago Michigan ed è situata nei pressi del centro storico di Racine, nello stato USA del Wisconsin.

Si tratta di una unifamiliare progettata da Johnsen Schmaling Architects che dimostra come una piccola residenza sostenibile, realizzata con un budget limitato, possa diventare parte integrante del tessuto urbano valorizzandolo.

Alla base del progetto, approfondite analisi sulle prestazioni edilizie dell’involucro in relazione all’esposizione solare, al ruolo della vegetazione, alle restrizioni ambientali del sito. Approfittando della brezza del lago e dell’esposizione solare, sono stati creati spazi esterni per ridurre la profondità della casa e permettere la massima ventilazione e lo sfruttamento della luce naturale.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ lightbox=”true”]

Lungo i bordi delle stanze esterne, la facciata si trasforma in una trama delicata di barre di alluminio, definendone i confini spaziali senza ostacolare la vista. L’edificio è un semplice rettangolo con una serie di volumi esterni aggettanti. La trasparenza del piano al livello principale permette un legame visivo tra il lago e la strada, mentre il sistema di schermatura al piano superiore crea un’efficace copertura ventilata.

Il volume dell’edificio è avvolto, infatti, in una copertura spessa di circa 20 centimetri ed è progettato per riflettere la radiazione solare e permettere all’umidità di fuoriuscire dai pannelli di cemento della facciata ventilata. Come risultato, l’involucro architettonico è protetto dalla esposizione solare diretta e dall’umidità.

Materiali costruttivi

I materiali sono stati attentamente selezionati in base a una serie di criteri, tra cui la scarsa manutenzione e la durata nel tempo, la bassa tossicità, e le caratteristiche ambientali (sostenibili, riciclati, rapidamente rinnovabili). Preferenza a quelli di provenienza locale o regionale. E la corretta progettazione dimensionale di ciascun elemento ha ridotto la quantità di legname utilizzato per la struttura del 30%, e lo scarto a meno del 10%.

di Paola Pianzola (riproduzione vietata)

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Prova Gratis

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 21,50 €

Partner

I più letti

Energia domestica: utenze pubbliche addio

Sarotto Group presenta sul mercato un’innovativa soluz...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Il tetto a prova di emergenza climatica

Sempre più spesso la cronaca ci restituisce scenari dr...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

Il condominio condiviso

A Ora, piccolo comune in provincia di Bolzano, un edif...

Casa Naturale su Instagram