“Brucia bene la legna, non bruciarti la salute”: la campagna per i caminetti puliti

Se l’aria della Pianura Padana è fra le peggiori d’Europa, non è solo colpa del traffico. Il riscaldamento domestico è una delle principali fonti di Pm10. E in molte zone, fuori dalle aree urbane, sono gli apparecchi alimentati a legna e biomasse a fare i danni maggiori. Per questo il progetto europeo PrepAir ha avviato una campagna di sensibilizzazione per un uso corretto e responsabile di stufe e caminetti.

Legna responsabile

«La combustione a legna produce pericolosi inquinanti, ma pochi lo sanno», spiegano i promotori della campagna. «L’utilizzo della legna è scarso nelle grandi città, ma nelle zone di periferia, nelle piccole cittadine e nei paesi, spesso più del 20% delle famiglie si scalda con la legna. Per non parlare delle zone collinari e montane, dove è il combustibile più usato».
Per sfatare i luoghi comuni sul tema e informare sulle regole di corretto utilizzo delle biomasse, PrepAir ha dunque dato il via alla campagna “Brucia bene la legna, non bruciarti la salute”. Un opuscolo informativo, un video online e una serie di incontri pubblici aiuteranno a indirizzare i cittadini verso comportamenti più responsabili.

Le regole per una corretta combustione

Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Trento sono alcuni dei 18 partner nazionali e internazionali coinvolti nel progetto. L’obiettivo è migliorare la qualità dell’aria nella Pianura Padana, una delle aree europee più colpite dal problema dello smog. Per farlo, bisogna innanzitutto agire sulle abitudini della popolazione.
«Una cattiva o scorretta combustione della legna produce polveri sottili e sostanze tossiche, come il benzoapirene, che si liberano nell’aria. Una combustione corretta deve seguire poche ma importantissime regole. Come il caricamento del combustibile giusto, l’accensione dall’alto con micce ecologiche, la combustione con presa d’aria completamente aperta. E naturalmente installazione, pulizia e manutenzione corrette dell’impianto».

Approfondimenti:
Per sapere di più sulla campagna di PrepAir, visita il sito.
Per una scelta responsabile, leggi la nostra Guida agli impianti a biomassa.

© Riproduzione riservata