Tag Archives: Giorgia Marino

Arte contemporanea e ambiente: un legame profondo

Che legame c’è tra arte contemporanea e ambiente, ecologia, natura? A un primo sguardo, da spettatori distratti e non particolarmente esperti, parrebbe nessuno. L’universo dei collezionisti e dei galleristi, delle fiere internazionali e degli artisti-star è spesso percepito come un empireo distante e anche piuttosto “sintetico”, portatore di un’estetica a volte respingente e poco inclusiva. Eppure, anche se si tende …

Leggi tutto »

Katy Keiffer: l’insostenibilità degli allevamenti industriali

Come la mettiamo con la carne? Tradotto alla lettera, suonerebbe più o meno così il titolo originale del denso libro-inchiesta della giornalista americana Katy Keiffer, pubblicato in Italia da EDT con il più agile claim “Basta carne?”. Il punto interrogativo non è retorico, ma evidenzia quello che è il più grande dilemma dell’odierno sistema cibo: l’esistenza, forse la necessità, senza …

Leggi tutto »

Stefano Mancuso: perché sottovalutare il mondo vegetale è un errore

Nei suoi libri, il professor Stefano Mancuso spiega perché la sottovalutare il mondo vegetale è uno dei più grandi errori della storia dell’umanità. Le piante, dice, hanno già inventato il nostro futuro: basta prendere esempio da loro. Per farlo al meglio, ha fondato anche, insieme al sociologo Leonardo Chiesi, un master universitario presso l’Università di Firenze, che formerà professionisti con …

Leggi tutto »

Simran Sethi: pane, amore e biodiversità

È significativo che il best seller della giornalista indo-americana Simran Sethi, “Bread, Wine, Chocolate”, cominci con due citazioni letterarie. Da una parte, c’è la madeleine di Marcel Proust: il pezzettino di brioche che, inzuppato nel tè, riporta a galla il tempo perduto dell’infanzia e della giovinezza. La memoria, le relazioni familiari, l’amore. Dall’altra, la frase dello scrittore contadino Wendell Berry, …

Leggi tutto »

La fine della notte: il problema dell’inquinamento luminoso

inquinamento luminoso in Europa

«E quindi uscimmo a riveder le stelle». Se Dante, per effetto di un salto temporale, fosse risbucato dagli Inferi direttamente nel XXI secolo, avrebbe avuto una brutta sorpresa a causa dell’inquinamento luminoso. Il cielo stellato, da sempre punto di riferimento e ispirazione per l’arte, la scienza, la filosofia e la religione, è oggi quasi scomparso in molte parti del mondo. …

Leggi tutto »