Klimahouse 2019: un messaggio di cambiamento

di Clarissa Marchese

Casa sostenibile | Klimahouse | un messaggio di cambiamento

Attenzione alla riduzione degli sprechi. Focus sull’uomo e sulla sua attitudine al naturale. Capacità di scegliere ciò che è bene per il Pianeta. A Klimahouse, non solo prodotti in mostra, ma un nuovo messaggio di cambiamento.

L’uomo e la natura

Al centro, l’uomo e il suo contatto con la natura e con le proprie percezioni. È stato questo il fil rouge dell’ultima edizione di Klimahouse, 14ma tappa di una fiera che è un riferimento per il mercato della sostenibilità in Italia.
Il focus non è stato solo presentare le più importanti novità nel campo della bioedilizia, ma anche (e soprattutto) diffondere una nuova cultura dei materiali, dell’abitare, del condividere. Congresso internazionale, conferenze e presentazioni sono state gestite e condotte – oltre che per informare sui processi della costruzione sostenibile – con l’ambizione di accendere la “scintilla del cambiamento”. Per indurre tutti, dai professionisti più acerbi alle figure più formate, a mutare radicalmente il modo di concepire l’architettura, la mobilità e l’economia. Fino ad arrivare ad affrontare i percorsi sui quali si muovono le nostre vite contemporanee.

Casa sostenibile | Klimahouse | un messaggio di cambiamento | uomo e natura

Il buon senso

«Credo che la sostenibilità non sia così difficile da seguire, ma abbia molto a che vedere con il buon senso», ha detto Gideon Maasland, architetto visionario del gruppo MVRDV. «E noi come architetti abbiamo una mission: progettare senza mai perdere di vista la prevenzione dello spreco energetico. Realizzare strutture che durano a lungo e continuano a funzionare al meglio. Su questo gli architetti possono intervenire ed esprimersi molto».

«Abbiamo bisogno di prodotti e materiali che tra venti, trent’anni non si trasformino in nuovi rifiuti» ha detto Claudio Corrarati, vicepresidente della fiera. «Quasi l’80% dei cittadini desidererebbe infatti condurre una vita con un ridotto impatto ambientale, ma solo il 15% mette poi in pratica comportamenti virtuosi. È necessario, dunque, che tutti cambino il proprio comportamento e che il sistema permetta di sostenere economicamente queste scelte attraverso un programma continuativo di finanziamenti pubblici».

Klimahouse, con 36.000 presenze, 450 aziende e 25 startup si è riconfermata anche per il 2019, in Italia, la manifestazione di riferimento su efficienza energetica e risanamento in edilizia.

Klimahouse Fiera Bolzano

di Giorgia Bollati, Maria Chiara Voci e Paola Addis

foto di René Riller

Per l’articolo completo clicca qui, 90 secondi di consultazione gratuita. Registrandoti avrai invece accesso a un mese di lettura libera della rivista!

Se vuoi abbonarti, ecco il link.

Pubblicità

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Piccole case, grandi progetti

Abitazioni compatte, sostenibili e in completa simbios...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

Osservare l’albero da dentro

Una casa tra i rami può essere il punto di partenza pe...

Il condominio dai sapori marini

Ispirato al mare. Orientato al minimo impatto ambienta...

Casa Naturale su Instagram