Terrazzo tra due epoche

di Giorgia Bollati

Foto di Marcello Mariana

Non demolire e ricostruire. Ma recuperare, riqualificare e calare in un contesto moderno, per ridurre l’impatto ambientale dell’edilizia e ritrovare la bellezza di un tempo

Controcorrente, per tornare alle origini. Un obiettivo condiviso, quello di ridare valore all’architettura rurale tradizionale, semi-dimenticata dal territorio, ma ancora ricca di fascino. L’architetto Rinaldo Del Nero ha preso in carico un progetto di riqualificazione e ristrutturazione di un vecchio fienile in pietra locale appartenente a un amico che gli ha dato completa fiducia. In un dialogo aperto e continuo con il committente, il professionista ha immaginato un volume in legno capace di esaltare la costruzione, senza abbattere le mura perimetrali e senza nulla togliere all’efficienza più moderna.

Pubblicità
Foto di Marcello Mariana

Calata in un contesto residenziale ormai compromesso, l’abitazione integra la parte recuperata e riqualificata a un ampliamento dalle linee geometriche. L’architetto ha svuotato la struttura esistente, creato nuove fondazioni ed eretto una scatola in cemento

Articolo pubblicato su Casa Naturale di agosto-settembre 2021

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.rinaldodelnero.it

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Tra gli alberi, a tre metri da terra

La casa sospesa come strategia per salvaguardare il te...

Spontaneo è bello

Cinque considerazioni sul giardino del futuro in un vi...

La saggezza antica dell’isolamento

Sughero, fibra di canapa o di legno, lana di pecora o...

Casa Naturale su Instagram