Far rivivere un borgo incantato

di Maria Comotti

Foto di Fabio Oggero

Un lavoro di recupero dei materiali e una ristrutturazione attenta a mantenere l’atmosfera originaria del piccolo nucleo di baite in val d’ala

Immaginate un gruppo di baite affacciate sulle montagne, immerse nei boschi della Val d’Ala, la più stretta delle tre Valli di Lanzo, nell’area della città metropolitana di Torino, zone fino a pochi anni fa abitate da famiglie che vivevano di pastorizia. Immaginate di vedere uno di questi borghi, prima vivo, ora completamente abbandonato, con il cartello ‘Vendesi’.

Pubblicità
Foto di Fabio Oggero

«È stata la visione di una mamma che frequentava da escursionista queste zone già dall’infanzia – racconta Elda Zengiaro, l’architetto che ha curato il progetto – a convincerla a fare il primo passo, comprare il borgo, per poi coinvolgere i figli nel secondo passo, la ristrutturazione». Le strutture esistenti erano stalle o luoghi per produrre formaggi…

Articolo pubblicato su Casa Naturale di gennaio – febbraio 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

eldazengiaro@gmail.com

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

La casa naturale

L’involucro edilizio Biohabitat, che utilizza pareti i...

Cinque buoni motivi per isolare con il sughero

Grazie al Superbonus 110%, committenti e progettisti h...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Bellezza e comfort sostenibili

Alle pendici del Monte Velo, vicino ad Arco di Trento...

Casa Naturale su Instagram