urban jungle | arredare | natura | piante | divano

Urban jungle: arredare con la natura

Affollare la casa di piante è un modo per combattere lo stress e donare serenità all’ambiente. La urban jungle è uno stile per arredare lo spazio e compensare il bisogno di natura. Lo raccontano Igor Josifovic e Judith De Graaf in un libro.

La natura dentro casa

Tu non sai: ci sono betulle che di notte levano le loro radici,/ e tu non crederesti mai che di notte gli alberi camminano/ o diventano sogni» scrive Alda Merini, la poetessa dei navigli i cui versi si intrecciano a rami e radici. Foglie, fiori, cortecce occupano un posto speciale tra le parole dei poeti. Frusciano al soffiare del vento, si svegliano coperti dalla brina nelle mattine d’inverno, raccolgono la pioggia, vivono di linfa e sogni. E aiutano il rilassamento, donano allo spazio energia positiva.

Quando, però, non è possibile camminare per «i più deserti campi», quando fuori fa freddo e il verde ha perso i suoi toni brillanti, si può portare il conforto della natura tra le pareti di casa. Stampe, stoffe, ricami e vasi di ogni genere permettono di allestire l’ambiente come un bosco domestico. Una carta da parati può far viaggiare con il pensiero e portare in una radura, tra querce antiche, all’ombra di un faggio, tra i petali dei fiori di campo. In cucina si può creare un giardino con rosmarino, salvia, timo, basilico e coordinare, con i suoi profumi, tessili e accessori fatti di spezie orientali ed erbe officinali. Tra divani e tappeti, piante coltivate in vasi appesi, o sistemate negli angoli del salotto, purificano l’aria e rendono l’ambiente più confortevole.  Anche in camera da letto foglie e rami ben si adattano, contro ogni pregiudizio. […] Segue

Per sfogliare l’articolo completo clicca qui, 90 secondi di consultazione gratuita. Registrandoti avrai invece accesso a un mese di lettura libera della rivista!

Se vuoi abbonarti, ecco il link.

di Giorgia Bollati

Approfondimenti

La natura non si ricerca solo nell’ambiente domestico, ma anche nei viaggi… scopri il turismo arboreo!

© Riproduzione riservata