Essenze che curano

di Andrea De Ambrogio

Essenze che curano
La veduta panoramica consente di apprezzare lo svilupparsi del giardino e delle sue essenze.

Tra i terrazzamenti di Bergamo Alta, un ambiente pensile con giardino inverdito da alberi, orti in cassone e dai fiori di Bach, amati e studiati dalla proprietaria. Oggi in fase di ripensamento per ridurre l’uso di acqua, lo spazio è stato luogo di cura per il marito della donna

Un giardino dei sogni, sospeso nei ricordi di una bambina che osservava la madre artista dipingere nella serra, tra fiori e alberi antichi. Qui Maddalena Ghidelli, l’attuale proprietaria, è diventata adulta osservando le piante crescere con lei e ha sviluppato il suo amore per i fiori di Bach, le trentotto essenze foreali individuate dal dottore britannico Edward Bach.

Pubblicità
Essenze che curano

Gli oltre mille metri quadrati di verde incastonati tra i tetti e i terrazzamenti di Bergamo Alta rappresentavano, dunque, per la donna, il teatro di tanta parte della sua vita: il progetto di riqualificazione dello spazio disegnato da Lucia Nusiner, agronomo paesaggista dello studio di progettazione Gpt, è andato, così, a coronare l’affetto che la proprietaria provava per ogni centimetro di quella terra…

Articolo pubblicato su Casa Naturale di settembre – ottobre 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.studiogpt.it
www.bachitalia.it
www.thebachflowers.com

© Riproduzione riservata.