Rifugio urbano

di Elena Fassio

Rifugio urbano
Foto di Vanni Stroppiana

Un appartamento torinese su più livelli rinasce grazie all’ottimizzazione degli spazi esistenti con strutture fluide, tagli singolari e una progettazione attenta alle esigenze funzionali degli abitanti

Nel cuore di Torino, una giovane coppia desiderava trasformare un appartamento dall’aspetto ordinario, acquistato nel 2019, in un’abitazione accogliente e curata nei dettagli, dove lo spazio disponibile fosse ottimizzato al meglio. Nonostante le restrizioni strutturali, che limitavano le modifiche nella zona giorno, e le differenze di altezza, l’architetto Maurizio Pol dello studio KK Architecture è riuscito a valorizzare gli ambienti attraverso un’attenta progettazione di ogni dettaglio funzionale e l’uso di strutture fluide.

Pubblicità
Rifugio urbano
Foto di Vanni Stroppiana

«Abbiamo sfruttato ogni centimetro – racconta il progettista – inserendo anche un secondo bagno completo di doccia. Il risultato è un appartamento minimalista e funzionale in cui le stanze si susseguono in un dialogo armonioso. I committenti avevano diversi dubbi sulla disposizione degli spazi, ma con un processo progettuale orientato all’ascolto siamo riusciti a personalizzare perfettamente la loro abitazione»…

Articolo pubblicato su Casa Naturale di maggio – giugno 2024

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.kkarchitecture.com

© Riproduzione riservata.