Tra ulivi e mandorli

di Leonardo Selvetti

Foto di Pietro Petroni

Nella murgia barese si trova una biomasseria dove il rispetto della terra è una filosofia accolta, difesa e celebrata a 360°. Dalla scelta dei materiali per il restauro fino ai prodotti alimentari usati in cucina

Realizzare un’azienda agricola, promuovendo i principi del coltivare biologico, della sostenibilità e dell’ospitalità. Partendo da questa idea, Pietro Petroni ha creato Lama di Luna, nella Murgia Barese, che gestisce assieme a sua moglie Agata. Una biomasseria immersa in duecentodieci ettari di paesaggio naturale: oliveti, ciliegeti, mandorleti e vigneti coltivati biologicamente e certificati AIAB-ICEA. Un progetto iniziato nel 1991, con l’acquisto di una masseria del diciottesimo secolo completamente diroccata, e proseguito attraverso un recupero nel rispetto del luogo e della storia.

Foto di Pietro Petroni

Oltre a riutilizzare i materiali originali della masseria – pietra della Murgia, tufo di Andria e argilla di Canosa – la riqualificazione ha promosso i criteri della bioarchitettura sotto ogni punto di vista…

Articolo pubblicato su Casa Naturale maggio-giugno 2021

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.lamadiluna.com

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Piccole case, grandi progetti

Abitazioni compatte, sostenibili e in completa simbios...

La biocasa perfetta

A Caraglio, ai piedi delle montagne cuneesi, Sarotto G...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

Terrazzo tra due epoche

Non demolire e ricostruire. Ma recuperare, riqualifica...

Casa Naturale su Instagram