Condominio: urge la riqualificazione

di Giorgia Marino

riqualificazione energetica del condominio | Legambiente

L’assemblea di condominio: il momento che tutti temono. I condòmini si incontrano, si siedono e cominciano a discutere. Spesso di fronte a un amministratore non in grado di gestire la situazione.

Pubblicità

Emergenza condominio secondo Legambiente

Legambiente ha presentato i risultati del monitoraggio di Civico 5.0. Il dato allarmante: il 56% delle famiglie non conosce la certificazione energetica del proprio immobile. I condòmini sono spesso disinteressati, hanno perso il senso di comunità e del patrimonio relazionale. Nelle periferie permea un senso di emarginazione e ghettizzazione ed è diffuso un generale scetticismo verso investimenti e progetti comuni. In tali circostanze, gli amministratori di condominio mancano di propositività e non si aggiornano su normative e pratiche comuni.

Il quadro presentato è preoccupante soprattutto a fronte di un settore immobiliare che necessita un rapido intervento. Le analisi condotte sugli edifici hanno restituito un’immagine infelice con case energivore, costruite in un periodo storico in cui l’attenzione per l’efficienza energetica era esigua e con materiali inquinanti e poco adatti. Con 14 milioni di famiglie che vivono in condominio e 1,2 milioni di condomini, l’82 % degli stabili è stato costruito prima dell’entrata in vigore della legge sull’efficienza energetica e 20 milioni di italiani vivono in abitazioni fatiscenti. Risulta, dunque, urgente una riqualificazione del condominio.

Accelerare la riqualificazione energetica del condominio

È necessario ridurre i consumi energetici, ridurre le emissioni dei gas serra, aiutare i condomini a vivere meglio e a spendere meno. Un primo passo è stato compiuto il 17 aprile con la giornata dedicata al condominio e ai condòmini. Momenti di condivisione, seminari partecipativi, letture e proiezioni hanno contribuito a creare un nuovo senso della comunità e del rispetto per i beni comuni.

Se il Paese ha, negli ultimi anni, prodotto strumenti per la riqualificazione edile quali l’Ecobonus e il Sismabonus, non esistono, però, chiare strategie di intervento. Legambiente propone di stabilire un programma di azioni volte al rinnovamento energetico, alla ristrutturazione e riqualificazione degli immobili da realizzare entro il 2030. Da far rientrare nel Piano energia e clima che il governo dovrà approvare nel 2019.

di Giorgia Bollati

Approfondimenti:

Visita il sito di Legambiente

Vuoi saperne di più sugli incentivi statali alla riqualificazione? Leggi il nostro articolo sul bonus verde

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 21,50 €

Partner

I più letti

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Distesa tra i pioppi

Una villa alle porte di Venezia rivisita la tradizione...

Una scelta lungimirante

Anche dopo otto anni, un’abitazione prefabbricata in l...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

Una tiny house pieghevole e modulare

Pieghevole, anzi dispiegabile. Come un fazzoletto. Bast...

Casa Naturale su Instagram