Sotto un buon tetto

di Elena Fassio

La Scaglia 44 di Prefa in alluminio

A seconda dello stile dell’edificio, delle condizioni atmosferiche e della posizione, la copertura muta forma, rivestimento e materiali per l’isolamento termico e acustico

Un tetto sopra la testa è l’espressione che usiamo quando vogliamo indicare una casa nel suo insieme, compreso il senso di protezione che questa deve dare. Ma il suo compito non è solo quello di proteggere dalle intemperie, o di creare la suggestione di un focolare domestico. Il tetto, di nuova costruzione o ristrutturato che sia, è il punto conclusivo di un progetto, fondamentale per definirne il bilancio energetico e lo stile estetico.

Sottocoppo di Alubel è un sistema di copertura metallico brevettato per il supporto di coppi in laterizio

«La copertura deve tener conto delle condizioni del luogo e dell’ampia gamma di finiture presenti sul mercato, per coniugare l’estetica dell’abitazione alle più adeguate prestazioni acustiche e termiche – spiega Christian Negro Frer, architetto dello studio di progettazione Zeropositivo –. Bisogna inoltre studiare la…

Articolo pubblicato su Casa Naturale di luglio-agosto 2021

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Piccole case, grandi progetti

Abitazioni compatte, sostenibili e in completa simbios...

La biocasa perfetta

A Caraglio, ai piedi delle montagne cuneesi, Sarotto G...

cassonetti rifiuti | distanza dalle abitazioni

La distanza dei cassonetti dei rifiuti dall’abitazione

Abito in un appartamento al piano terra, il cui ingress...

Il cotone organico

Che cos’è il cotone organico

Che cos’è il cotone organico Il cotone biologico è un...

Terrazzo tra due epoche

Non demolire e ricostruire. Ma recuperare, riqualifica...

Casa Naturale su Instagram