Una casa a basso impatto: modernità e tradizione in Lituania

Una casa a basso impatto: modernità e tradizione in Lituania

Una casa a basso impatto. Un’abitazione contemporanea, che richiama le tradizionali case lituane, completamente rivestita in pino, così come gli alberi del bosco che la circonda. Una casa a basso impatto perchè il legno del rivestimento è stato trattato con la tecnologia Kebony, brevettata in Norvegia e che prevede l’immersione del materiale in una soluzione biologica per modificarne la struttura e renderlo resistente, senza chimica.

“Valley Villa”, un progetto realizzato dello studio Arches, sorge a poche centinaia di metri da Vilnius, immersa in un parco regionale. In questo luogo senza tempo sorgeva una vecchia cascina. È stata trasformata in una residenza dalle linee geometriche, che non creano squilibri, ma si fondono con la vegetazione del posto. Merito del legno e delle ampie aperture, che riflettono tutto ciò che vi è attorno.

Il piano terra è parzialmente nascosto nel pendio, mentre le finestre sono in parte coperte dalle lamelle verticali in legno, che proteggono dal surriscaldamento. Grazie alle finiture in scisto nero, l’area sembra quasi scomparire nel terreno, lasciando spazio al primo piano. Qui il vetro e il legno sono ancora protagonisti e trasmettono, a chi osserva, un’assoluta sensazione di leggerezza. Le diverse forme dei volumi creano a loro volta dei piccoli cortili, disposti su diversi livelli, con più ingressi che conducono ai principali spazi interni.
L’abitazione è circondata dall’erba: un percorso conduce all’ingresso principale ricoperto da piastrelle di granito, per minimizzare l’impatto sulla natura. Ad arricchire la struttura contribuiscono le ringhiere metalliche fissate sopra lo scisto. Materiali diversi, differenti elementi che si completano a vicenda, facendo risaltare la facciata. Una casa circolare.

I progettisti

Lo studio di architettura Arches muove i primi passi nel 1993, su iniziativa di alcuni studenti dell’Università tecnica di Vilnius Gediminas: Rolandas Liola, Arūnas Liola e Tomas Grunskis. Dopo una prima fase “creativa”, caratterizzata da ricerca e sperimentazione, lo studio aggiunge alla propria attività la progettazione di case (come la casa a basso impatto), interni, edifici ricreativi, progetti pubblici, commerciali e urbani, operando non solo in Lituania, ma anche in Lettonia, Estonia, Ucraina, Russia, Germania e Montenegro. Negli ultimi anni molti giovani si sono uniti alla squadra, rendendo lo studio sempre più dinamico e creativo.

Di Marco Panzarella. Foto di Norbert Tukaj.

© Riproduzione riservata