Kindergarten Niederolang, realizzato dallo studio feld72 in provincia di Bolzano

Medaglia d’Oro Architettura Italiana: i vincitori del 2018

La Triennale di Milano ha annunciato i vincitori della Medaglia d’Oro all’ Architettura Italiana 2018. Il premio, frutto della collaborazione fra la Triennale e il Mibac (Ministero per i Beni e le Attività Culturali), ogni anno promuove le costruzioni più innovative nell’ambito dell’architettura italiana.
Riconoscimenti e menzioni sono assegnati, dalla giuria presieduta da Stefano Boeri, ad opere di architetti e ingegneri italiani, realizzate fra il 2015 e il 2017, sia in Italia che all’estero.

Il primo premio a una scuola materna

La sesta edizione della Medaglia d’Oro all’ Architettura (informazioni a questo link) ha assegnato otto premi e sei menzioni d’onore.
Il primo premio è andato allo studio feld72, con sede a Bolzano e a Vienna, per il progetto Kindergarten Niederolang. Si tratta di una scuola materna realizzata nel 2016 a Valdaora di Sotto, in provincia di Bolzano. Il legno locale, utilizzato per le murature, crea ambienti caldi e forma un continuum con gli spazi esterni del giardino.

Casa Sociale Caltron, progetto di Mirko Franzoso in provincia di Trento

Architettura in armonia con la natura

Il premio speciale all’Opera Prima è stato assegnato all’architetto Mirko Franzoso per il progetto della Casa sociale Caltron. L’architettura, realizzata a Cles in provincia di Trento nel 2015, si inserisce nell’ambiente agricolo in modo armonico, quasi appoggiandosi sulle colline.
Un secondo premio speciale alla Committenza è stato poi assegnato alla Soprintendenza Archeologica della Puglia per il progetto di Edoardo Tresoldi “Dove l’arte ricostruisce il tempo”, realizzato a Manfredonia.
Infine, le medaglie d’oro alla carriera hanno premiato gli architetti Guido Canali, Valeriano Pastor, Umberto Riva, Paola Viganò.

Approfondimenti:
su Stefano Boeri
sull’architettura scolastica.

© Riproduzione riservata