Riqualificazione energetica del condominio - campagna Civico 5.0 di Legmabiente

Condominio: riqualificazione energetica e sharing nella campagna Civico 5.0

Un nuovo modo di vivere il condominio. Più condiviso, consapevole, economico e soprattutto sostenibile. È l’obiettivo dell’annuale campagna di Legambiente, che per il 2019 è accompagnata dal lancio del nuovo sito del progetto Civico 5.0 e dal primo rapporto Condomini Aperti.

Il bello di vivere in condominio

Lavanderia condominiale, sale e cucine comuni, casette dell’acqua, biciclette, automobili e persino librerie condivise. Gruppi di acquisto, verde condominiale, pranzi sociali, “collettivizzazione” di attrezzature e competenze e più in generale solidarietà e buon vicinato. E poi ancora la possibilità di implementare collettivamente sistemi e tecnologie per la sostenibilità e la riqualificazione energetica, come impianti fotovoltaici o geotermici, pompe di calore e reti di teleriscaldamento.
Le buone pratiche dei condomini italiani sono raccontate nel primo Rapporto Condomini Aperti redatto da Legambiente. Sotto la lente di ingrandimento ci sono 22 condomini di cui si raccontano progetti di riqualificazione energetica ed efficientamento, ma anche esperienze di condivisione di spazi e risorse.

Lo scopo della campagna Civico 5.0 – supportata da Enelx, Fassa Bortolo ed Ecowell – è di fornire strumenti concreti di conoscenza del peso energetico delle abitazioni. Il monitoraggio si basa su cinque parametri: analisi delle dispersioni termiche, inquinamento indoor, controllo dei fumi della caldaia, rumore e analisi dei consumi elettrici. I dati offrono diventano così un punto di partenza per cercare soluzioni capaci di migliorare la qualità della vita e ridurre consumi ed emissioni di Co2.

campagna Civico 5.0 di Legambiente per il condominio efficiente

Condominio più efficiente per combattere il cambiamento climatico

In Italia ci sono oltre un milione e 200mila condomini, di cui circa l’80% costruiti prima delle normative sull’efficienza energetica. Si stima che almeno 15 milioni di famiglie vivano in condominio. Una riqualificazione energetica di questo patrimonio edilizio potrebbe davvero svolgere un ruolo importante nella riduzione delle emissioni di Co2. E anche nella sostenibilità economica per le famiglie.

“Le famiglie italiane in media spendono, per riscaldare o rinfrescare le proprie abitazioni, tra i 1.500 e i 2.000 euro all’anno”, – commenta Katiuscia Eroe, responsabile dell’ufficio energia di Legambiente. “Riqualificare in chiave energetica può portare a una riduzione dei consumi fino al 70%, migliorando salubrità e comfort abitativo e facendo aumentare il valore economico delle abitazioni”.

“In questo rapporto abbiamo raccolto alcune delle esperienze italiane più significative, efficaci e appassionanti”, prosegue. “Ventidue buone pratiche cresciute dal basso, come interventi di efficientamento energetico realizzati grazie agli ecobonus o esperienze di sharing economy. Una nuova occasione per rilanciare i temi dell’efficienza, del clima e dell’inquinamento dell’aria. E anche per sottolineare il ruolo che amministrazioni, costruttori, progettisti e cittadini hanno nel ripensare soluzioni sempre più sostenibili”.

Approfondimenti:
Per saperne di più sulla campagna di Legambiente, visita il nuovo sito di Civico 5.0

© Riproduzione riservata