parete di arrampicata | bolzano | design | sostenibile | bioedilizia | klimahouse

Bioedilizia e sostenibilità non solo per le abitazioni

Nei dintorni di Bolzano vi sono alcune fra le costruzioni più virtuose dal punto di vista della bioedilizia e dell’architettura sostenibile. Vediamo di seguito alcuni esempi.

Sinergia fra forme diverse

Con il proposito di incorporare e coinvolgere l’edificio esistente progettato da Othmar Bart, lo studio di architettura monovolume architecture+design ha progettato la nuova sede aziendale Durst AG a Bressanone.

La costruzione presenta una struttura compatta, la cui omogeneità è smorzata da un’ala galleggiante piatta con torre.
La facciata esterna in lamiera di alluminio verniciata a polvere, con finestre di diverse dimensioni illuminate da 850 led, poggia su una struttura portante in legno lamellare. Inoltre, la copertura in vetro è costituita da circa 250 pannelli diversi, di cui alcuni triangolari.

Una scalata verso il design

Chiusa e senza aperture visibili da un lato, ampiamente aperta con vetrate affacciate sulla corte interna dall’altro. La nuova palestra scolastica per arrampicata e bouldering a Brunico è progettata da stifter + bachmann con tratti geometrici ed essenziali, concepita per raggiungere standard molto elevati in termini di allestimenti sportivi. L’involucro monolitico è realizzato con un calcestruzzo “bocciardato” composto da inerti locali di origine calcarea e senza giunti di dilatazione. La superficie del tetto, tematizzata come quinta facciata, forma un “paesaggio” artificiale. Soffitti luminosi led garantiscono un’illuminazione uniforme senza rischi di abbagliamento.

[…] Segue

Per scoprire altri progetti della cover clicca qui, 90 secondi di consultazione gratuita. Registrandoti avrai invece accesso a un mese di lettura libera della rivista!

Se vuoi abbonarti, ecco il link.

di Giorgia Bollati

Monovolume

Stifter Bachmann

Approfondimenti

Ecco alcuni spunti per costruire e abitare sostenibile.

 

© Riproduzione riservata