Casa solare. Il progetto Long Plan, vincitore del Solar Decathlon China 2018

La casa solare del Politecnico di Torino premiata in Cina

Una casa solare completamente autosufficiente e dotata di tutte le più innovative tecnologie verdi in campo architettonico. Modulare, flessibile, salvaspazio e adatta a diventare il modello abitativo ideale per il futuro delle grandi città. Si chiama Long Plan ed è il progetto del Politecnico di Torino vincitore del Solar Decathlon China.

Tre settimane per costruire la casa solare del futuro

Ci sono volute solo tre settimane per costruire il progetto vincitore dell’ultima edizione del Solar Decathlon China, uno dei più importanti concorsi internazionali per l’edilizia sostenibile. Il prototipo di casa solare Long Plan ha sbaragliato altri 21 progetti, tutti sottoposti a rigorosi test per verificarne le performance. Il contest chiedeva infatti di progettare una residenza monofamiliare alimentata a energia solare e ad alte prestazioni energetiche.

Casa solare, progetto Long Plan, interni. Solar Decathlon China
Gli interni del modulo abitativo Long Plan.

 

In poco tempo, gli studenti del team SCUTxPoliTO hanno costruito un’abitazione pronta per essere abitata, autosufficiente ed ecosostenibile. Un sistema energetico con pannelli fotovoltaici e storage di ultima generazione garantisce l’approvvigionamento di elettricità tutto l’anno.
La struttura è poi dotata di ventilazione naturale e di un sistema per riutilizzare l’acqua piovana.
All’interno, pareti verdi e un orto idroponico – che combina coltivazione e allevamento ittico – rendono non solo l’ambiente indoor più “naturale”, ma forniscono anche cibo.
La progettazione modulare off site e l’ottimizzazione degli spazi abitativi, rende inoltre Long Plan una soluzione ideale per i nuclei abitativi nelle grandi città.

Da Torino  a Guangzhou, il team vincitore del Solar Decathlon China

Il Solar Decathlon China è uno dei più importanti concorsi architettonici internazionali dedicato all’edilizia sostenibile. Il contest, che conta altre cinque edizioni nei diversi continenti, è riservato a squadre miste di studenti e docenti delle più importanti scuole di architettura del mondo.
Il team vincitore, composto da 17 studenti di ingegneria e architettura del Politecnico di Torino, ha lavorato fianco a fianco ai colleghi della South China University of Technology (SCUT) di Guangzhou. Il gruppo si è formato in realtà due anni fa sotto il coordinamento dei professori Mauro Berta, Michele Bonino, Orio De Paoli, Enrico Fabrizio, Francesca Frassoldati, Marco Filippi, Matteo Robiglio, Valentina Serra, Edoardo Bruno. Il progetto Long Plan è quindi frutto di un lungo lavoro di collaborazione, che ha messo a punto ogni dettaglio tecnico fino a raggiungere la performance vincente.

Approfondimenti:
Per saperne di più sul progetto vincitore, consulta il sito del team SCUTxPoliTO.

© Riproduzione riservata