ciclorifugio in piemonte | biciclette | turisti | rifugio

Una tiny house come ciclorifugio fra le vigne piemontesi

Gli studenti dell’ITS Energia Piemonte hanno ideato il primo ciclorifugio ecosostenibile per i “turisti a pedali”. Il modulo abitativo si inserisce nel paesaggio del Monferrato.

Alla ricerca dell’idea migliore

Si è conclusa lo scorso 9 giugno l’Hackthon Green Camp, una vera e propria maratona di idee organizzata dalla Fondazione ITS Piemonte e dedicata ai giovani che frequentano i corsi ITS di Building Manager e di Energy Manager. L’evento ha coinvolto 25 aziende, fra cui la VASS Technologies con le sue tecnologie e attrezzature.

Proprio in questo contesto è nato il prototipo di una mini-house innovativa ed eco-friendly.

Infatti, i giovani hanno interamente progettato e realizzato una piccola tiny house adibita a ciclorifugio sostenibile, che poi è stato installato nel Monferrato, tra le vigne del Cellarengo. «Il progetto elaborato dagli studenti ha già suscitato l’interesse di diverse aziende e questo successo ci porta a valutare l’opportunità di rendere permanente il concept formativo dell’Hackathon. – ha dichiarato Sergio Califano, presidente di Fondazione ITS Piemonte – La nostra ambizione è di estenderne il format anche alla rete nazionale degli ITS».

ciclorifugio in piemonte | biciclette | turisti | rifugio

Il progetto

Il rifiugio è in legno e misura appena 28mq. Compatto e in linea con gli standard europei “nZEB”, in vigore dal 2020, che indicano gli edifici a energia quasi a zero. In sole 48 ore i giovani lo hanno montato con l’aiuto di esperti dell’edilizia e, nonostante le dimensioni ridotte, possiede tutti gli spazi necessari e utili alla permanenza. Infatti, si snoda su un piano terra e due soppalchi, possiede un bagno e una zona giorno e possono essere ricavati fino a quattro posti letto. Naturalmente, è presente anche una stanza apposita per il ricovero delle biciclette durante il soggiorno, dove è possibile ricaricare quelle elettriche ed effettuare l’ordinaria manutenzione.

Il prototipo del modulo abitativo è semplice da replicare, per poter essere posizionato anche altrove, ma nel contempo è altamente tecnologico: non a caso, è dotato di un sistema di domotica a comandi vocali.

Inoltre, la mini-house è dotata di un impianto fotovoltaico per la produzione dell’energia e di un sistema di raccolta delle acque piovane.

L’Hackthon Green Camp rappresenta un progetto pilota per stimolare la creatività dei giovani, che si ritrovano a contatto diretto con aziende partner ed esperti. Il tutto è il linea con l’obiettivo di aumentare il grado di occupazione dei propri studenti. Infatti secondo le stime quasi l’85 % trova lavoro dopo questi corsi di formazione specifici e quasi il 90 % nell’ambito di interesse.

di Clarissa Marchese

Per sfogliare la rivista di Casa Naturale clicca qui, 90 secondi di consultazione gratuita. Registrandoti avrai invece accesso a un mese di lettura libera della rivista!

Se vuoi abbonarti, ecco il link.

Approfondimenti

Può essere rilassante anche leggere un buon libro, oltre a fare un’escursione in bicicletta. Scopri le biblioteche all’aperto!

© Riproduzione riservata