REbuild 2018 e il focus sulla decarbonizzazione

Sono trascorsi 25 anni. L’esperienza è consolidata. Eppure lo standard LEED, il più diffuso rating internazionale di sostenibilità, riguarda negli Stati Uniti (cioè il Paese in cui tutto ha avuto inizio) solo una percentuale elitaria del costruito. Parte da una riflessione critica la settima edizione di REbuild, l’appuntamento bi-annuale (nelle sessioni della primavera a Riva del Garda e dell’autunno a Milano) dedicato alla riflessione in edilizia, di cui Casa Naturale è per il secondo anno media partner.

Il focus scelto quest’anno si concentra su alcune parole chiave. Decarbonizzare il patrimonio edilizio. Attraverso la tecnologia, l’off-site e l’applicazione di processi “industriali” capaci di rispondere alle esigenze di retrofit di un mercato che in potenza vale il rilancio di un intero Paese.

«Occorre rendere diffuso e capillare ciò che oggi rappresenta un segmento di nicchia – spiega Thomas Miorin, fondatore della convention -.La sostenibilità ambientale deve smettere di essere appannaggio di pochi. Ma deve diventare un aspetto ordinario nel settore immobiliare. Per questo è necessario adottare processi e soluzioni capaci di intervenire su fasce assai più ampie di immobili. Con due effetti principali: dare sostanza agli obiettivi della rigenerazione urbana e aprire nuove opportunità di crescita e sviluppo a imprese e professionisti».

L’appuntamento per il primo dei due eventi del 2018 è per la fine di maggio (29 e 30 le date scelte). Le iscrizioni per partecipare sono aperte fino al 13 maggio. Per parlare, confrontarsi, realizzare.

 

di Maria Chiara Voci

© Riproduzione riservata