Barefooting: vacanze a piedi nudi per ritrovare il contatto con la terra

Togliersi le scarpe è anche una filosofia di vita. Si chiama Barefooting ed è una pratica che si va diffondendo sempre più in Italia. Camminare a piedi nudi, riappropriarsi del contatto con la terra, può portare benefici sia al corpo che alla mente. Correndo su un prato o tenendosi in equilibrio sulle rocce di un ruscello, si scarica lo stress e nello stesso tempo si rafforza la muscolatura, si riattiva la circolazione sanguigna e si migliora la postura.

Insomma, un toccasana e anche un modo per fare delle vacanze originali. Dal Nord al Sud Italia, molte mete turistiche offrono percorsi e guide per praticare il Barefooting. In Alto Adige, ad esempio, si può partire da Terento (in provincia di Bolzano) e godersi il panorama delle Dolomiti e della Val Pusteria a piedi scalzi. Sempre in provincia di Bolzano, il Seehof Nature retreat di Naz offre passeggiate rasserenanti e una vera e propria Barefoot-Experience.

Per chi preferisce il mare, il Barefooting si può praticare sulle dune di sabbia della bellissima spiaggia di Chia, in Sardegna. Oppure camminare senza scarpe sulla Spiaggia Nera di origine vulcanica di Maratea in Basilicata. Qui, l’elegante residenza liberty Villa Cheta ha creato un percorso sensoriale per fare Barefooting immersi in un parco di bouganville e gelsomini.

© Riproduzione riservata