Veranda o serra? La parola al bioarchitetto

Pubblichiamo una richiesta giunta in redazione, in merito alla possibilità di edificare una veranda con serra.

Gentile architetto,
vorrei chiederle una consulenza per un progetto di modifica/ristrutturazione che il mio geometra di fiducia presenterà al comune dove risiedo. Si tratta di una casetta in legno con veranda e serra. La superficie esistente è di 13,5 mq, quella resede (il resede è una pertinenza autonoma dell’edificio o della casa colonica, identificata catastalmente con una distinta particella e subalterna) è 134,65.

Grazie
Alfredo Pulga

Buongiorno signor Alfredo,
rispetto al vostro regolamento edilizio, e se non ci sono altre delibere specifiche del Comune in merito a tali manufatti, le do le seguenti indicazioni:

  1. Si può realizzare una serra di massimo 13 mq (10% superficie resede), dove mettere solo piante con pareti in materiale trasparente;
  2. Il box per ricovero attrezzi per la superficie di resede disponibile può essere massimo di 5 mq;
  3. Il gazebo di 15 mq può prevedere una copertura anche in legno leggero, ma andrebbe distaccato da qualsiasi manufatto di 1,5 ml (se presentate un grafico in Comune, mantenete tale distacco);
  4. La pergola non ha limitazioni se non nel totale del 30% della superficie di resede per tutti i manufatti (si esplicita nel regolamento una copertura verde o con materiali traspiranti). Purtroppo non può aumentare la dimensione del box. Per tale scopo potrebbe parzialmente usare la serra, realizzandola più grande.

DA SAPERE

  • Le verande posizionate verso Nord sono un ottimo spazio di transizione tra l’esterno e l’interno e sono ideali come ingresso della casa. Lo spazio racchiuso dalla veranda sarà sempre molto luminoso, senza avere l’incidenza diretta del sole e potrà, quindi, essere utilizzato come locale di studio o lavoro.
  • Le verande posizionate verso Sud sono sempre esposte al sole, pertanto è importante prevedere la progettazione di schermi solari (regolabili ed adattabili in funzione delle stagioni) e della ventilazione.
  • Le verande posizionate ad Est sono esposte al sole nelle ore del mattino.
  • Le verande posizionate Ovest sono esposte al sole nelle ore pomeridiane.

ALCUNI CONSIGLI PER LA VERANDA

Per raggiungere livelli ottimali di benessere è opportuno evitare il surriscaldamento e l’aumento eccessivo dell’umidità dell’ambiente. È anche importante attivare un sistema di circolazione d’aria (naturale o meccanico) che impedisca l’accumulo di calore (nei periodi caldi) e dell’umidità nei punti più critici, specialmente nelle verande esposte ad un notevole irraggiamento. Il sistema di circolazione d’aria naturale consiste nell’inserire finestre o aperture nella parte bassa (vicino al pavimento) e nella parte alta della copertura; in questo modo si genera una circolazione ascendente.
Per ottenere la circolazione dell’aria anche con aperture chiuse è necessario installare degli aeratori meccanici.

bioarchitetto

scrivi al nostro
info@casa-naturale.com