Un dialogo tra interni ed esterni

Un dialogo tra interni ed esterni

Una natura sempre presente con la quale si confronta ogni manufatto costruito dall’uomo, spesso anche nelle aree metropolitane: è questa l’impressione che si ha in Australia, terra di grandi orizzonti e spazi illimitati dove clima, mare, outback, si fondono in un’atmosfera unica, dalla quale non si può prescindere progettando un’abitazione, seppure inserita in un vivace tessuto urbano. Qui siamo a Tallows Beach, nello stato del North South Wales, vicino alla celebre Byron Bay, una delle località balneari della costa est del Pacifico.

L’abitazione, progettata dallo studio Built Environmental Practice sotto la guida dell’architetto Chris Knapp con la collaborazione dell’impresa di costruzioni Foley Constructions e lo studio di ingegnerizzazione Phil Wallace Consulting Engineers, è la riconfigurazione di un edificio in mattoni a vista costruito nei primi anni del secolo scorso e trasformato in una residenza in riva al mare che crea uno stretto legame con l’ambiente costiero. L’edificio si trova proprio di fronte alla strada, a pochi passi da un tratto di 10 chilometri di spiaggia, e questa privilegiata situazione ambientale lo pone in un punto suggestivo e particolare, sempre circondato dai suoni e dalle rivitalizzanti brezze provenienti dalla costa.

[wzslider interval=”5000″ lightbox=”true”]

Dal punto di vista del tessuto urbano, il quartiere che accoglie questa abitazione è ben sviluppato e una delle priorità fondamentali del progetto è stata quella di mantenere il giusto livello di privacy visiva nei confronti dei vicini, pur salvaguardando l’apertura verso l’ambiente esterno. Per sfruttare al meglio l’opportunità di usufruire di luce “La luce naturale è un elemento essenziale del progetto: affiancato alla cucina sottolinea la calda tonalità dell’arredo nel living” naturale e sole, il progetto è orientato lungo un asse che anche a nord beneficia dell’irraggiamento solare, con un cortile che sottolinea il collegamento con l’esterno.

Tra le maggiori istanze espresse dai committenti, l’impiego delle più avanzate tecnologie di risparmio energetico, di sfruttamento dell’energia solare per raggiungere alti livelli di performance in termini di benessere ambientale lungo tutto il corso dell’anno e, al tempo stesso, creare un ambiente ad alto contenuto di design. Per questo, gran parte degli arredi sono stati realizzati su disegno del progettista, così come gli elementi illuminanti tra cui quelli collocati sopra l’isola di lavoro della cucina. La casa è costruita secondo uno schema che prevede una suddivisione interna a nastro realizzata con elementi di falegnameria che creano una sorta di schermatura in legno, e una parete in muratura che definiscono una serie di zone giustapponibili ed estensibili, che regalano agli interni una preziosa funzionalità.

Il lay-out degli ambienti è organizzato per garantire a ciascuno la possibilità di godere di vari momenti di privacy, ma soprattutto per rafforzare il rapporto tra i suoi abitanti, una coppia di professionisti che vive a Byron Bay da 10 anni dopo il trasferimento da Sydney, e l’ esterno, sottolineando il primato di quest’ultimo e della natura che circonda la casa, progettata anche per supportare la passione dei proprietari per una costellazione di multiformi attività, tra cui la pratica dello yoga, il surf, la cucina, la musica e il giardinaggio. Grande spazio è stato dunque dedicato alle aree destinate ai servizi, al relax e alla vita che si svolge attorno alla tavola.

Gli interni, allestiti con un gusto che coniuga una calda funzionalità con la valenza materica e naturale del legno e della pietra, pur protettivi e confortevoli, mantengono un saldo legame con l’ambiente esterno e non potrebbe essere altrimenti, grazie ad un clima fantastico che garantisce durante l’estate una temperatura media di 28 gradi e in inverno di 21. Ecco dunque la doccia esterna in pietra fruibile quasi tutto l’anno collocata di fronte al bagno e raggiungibile attraverso la parete vetrata scorrevole, il patio rivestito in doghe di legno attrezzato come una vasta zona living dove pranzare e vivere all’aperto a ridosso del soggiorno interno. Qui, come nel resto dell’abitazione, è il legno, precisamente il biondo rovere americano, a fare la parte del leone per pavimenti, rivestimenti e arredo.

di Paola Pianzola foto di David Taylor