Puro e naturale… come una mela!

Il vecchio adagio che recita“una mela al giorno leva il medico di torno” è vera più che mai, e non solo per quel che riguarda l’alimentazione. Se è vero, infatti, che il consumo quotidiano di questo frutto ha tanti benefici, forse non tutti sanno che con le mele si possono preparare tanti rimedi casalinghi, assolutamente naturali ed ecologici. Il Consorzio Melapiù ha, infatti, preparato un utile e interessante vademecum alla portata di tutti, che permette di strizzare l’occhio alla tutela ambientale e alla sostenibilità, basato sull’utilizzo di questo frutto così gustoso ed amato.

Molte proprietà

Il vademecum contiene tanti utili consigli ecosostenibili, facilmente replicabili nelle nostre case a costo zero, semplicemente utilizzando questo squisito frutto o la sua buccia: dal compost fai da te per orti casalinghi ai profumatori per armadi, dalle creme fai da te alle tisane, dal brillantante ecologico per le pentole ai segnaposto e ai centritavola per le occasioni speciali. Le molteplici proprietà e gli innumerevoli utilizzi della mela sono alla base dei pratici consigli e delle originali idee presenti nella sezione blog del sito www.melapiù. com per portare sostenibilità, praticità e convenienza dentro le mura domestiche. Ecco alcuni dei consigli che aiutano a risparmiare e ad essere attenti all’ambiente, proprio riciclando le bucce delle mele.

  1. Per chi ha un orto o delle piante sul terrazzo, con le bucce di mele tritate (anche insieme ad altri scarti organici) si ottiene un compost casalingo di sicura efficacia da spargere sulla terra.
  2. Bucce essiccate (anche in forno): una volta seccate, tagliarle a pezzettini e conservarle in scatole di latta per utilizzarle per infusi, tisane, profumatori per armadi, o per zucchero.
  3. Per pulire le pentole, sfruttando gli acidi contenuti nelle bucce, riempire le pentole di acqua e mettete a bollire le bucce di mele per circa 30 minuti. Le pentole torneranno a splendere.

Le mele sono anche un ottimo ingrediente per ricette di bellezza, ad esempio un paio di fette abbastanza spesse lasciate sugli occhi per circa mezz’ora aiutano a ridurre le occhiaie. Infatti, la mela contiene acido tannico che aiuta a schiarire la pelle; inoltre le vitamine B e C e il potassio contenuto in questo frutto nutrono e proteggono la zona delicata intorno agli occhi. Una mela al giorno, perciò, non solo aiuta la salute, ma ci viene incontro per una gestione della casa e della bellezza più ecologica, sostenibile e all’insegna del risparmio.

Il Consorzio Melapiù

Nasce con l’intento di rilanciare la melicoltura nelle zone vocate della pianura emiliano romagnola e riunisce sei tra le principali realtà produttive nazionali (Afe, Apo Conerpo, Cico, Minguzzi, Patfrut, Pempacorer) operanti nelle province di Ferrara, Forlì Cesena, Ravenna e Bologna. Vent’anni fa il consorzio è stato pioniere nell’introduzione della Fuji in Italia e in questa stagione ha lanciato la Fujion, nuova cultivar nata dall’incrocio tra la Fuji e una cultivar resistente alle malattie fungine.

Per informazioni basta fare clic su questo collegamento