Pallet e arte

Il pallet può diventare oggetto di sperimentazione artistica. Originali creazioni sono state esposte a New York, Vienna e Praga. Opere che hanno reso un materiale sui generis, il pallet, protagonista della comunicazione artistica del veronese Giorgio Scarato, sottolineandone la fondamentale importanza nel settore della movimentazione delle merci. Conlegno, promotore dell’iniziativa, ha affidato all’artista tre tematiche da sviluppare: il pallet e la sicurezza nel trasporto dei cibi, il rispetto della natura, e il sistema di qualità.

La sfida è stata realizzare delle creazioni artistiche su una superficie in cui l’accostamento delle travi crea una continua interruzione dello spazio pittorico. L’alternanza di spazi vuoti e pieni, dovuta alle assi, infatti, genera una tensione la cui gestione non è semplice. L’esperienza e la creatività di Scarato hanno saputo creare dei lavori in cui luci ed ombre, colore e non-colore, tensione ed armonia esprimono in maniera innovativa le caratteristiche intrinseche del pallet.

Il successo ottenuto dai dipinti, ora esposti nella sede milanese di Conlegno, ha permesso non solo di riqualificare il pallet e di incentivarne l’utilizzo in ambiti extra-settoriali, ma anche di celebrare i dieci anni di vita del consorzio e diffondere in modo innovativo la missione green che da sempre anima Conlegno.

Per il tema “Il pallet e la sicurezza nel trasporto dei cibi”, Scarato ha realizzato un’opera che pone al centro il mondo ortofrutticolo, sottolineando così l’impiego più comune del pallet. Le forme e i forti contrasti cromatici richiamano la pop art, mentre i frutti, i fiori e gli ortaggi sulla superficie discontinua del pallet sono lo strumento che consente di rimarcare come i Marchi di Qualità promossi da Conlegno rispettino le misure fitosanitarie accettate a livello internazionale per non danneggiare la salute dell’uomo e non deteriorare i prodotti.

di Paola Pianzola (riproduzione vietata)