Nelle Langhe nasce Murrae: bioarchitettura ad impatto zero

Sorgerà nelle Langhe, nel cuore delle terre del Barolo famose nel mondo, l’innovativo progetto Murrae, sintesi di filosofie progettuali e realizzative volte al recupero in chiave totalmente green e sostenibile di un fabbricato esistente e di un terreno edificabile contiguo, situati nelle immediate vicinanze del centro storico di La Morra, in provincia di Cuneo.

Ispirato all’antico nome latino del paese, noto centro di riferimento per il turismo enogastronomico italiano e straniero, il progetto murrae prevede la realizzazione di tredici moduli abitativi su diversi livelli richiamanti la tipologia del green loft, abbinabili e modulabili tra loro, dotati ognuno di una bioserra affacciata sulle verdi colline delle Langhe o sulle magnifiche Alpi piemontesi, sistemi micro-eolici, giardino con messa a dimora di piante di alto fusto e orto privato, posti auto e cantina.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ lightbox=”true”]

Murrae è un progetto pioneristico, che prevede unità abitative ad impatto zero e completamente autonome da un punto di vista energetico, secondo le logiche della Passive Haus, in grado di esaltare proporzioni e spazi abitativi nel pieno rispetto della natura, che regna sovrana sul territorio circostante. Non solo bellezza estetica, ma anche ricerca del benessere interiore: l’ecobuilding prevede infatti anche una zona fitness-relax, dotata di piscina interna ed esterna, con sauna finlandese e bagno turco. Inoltre la salubrità del microclima interno è garantita dal sistema di riscaldamento e raffreddamento, interamente naturale.

In un’area altamente panoramica, la struttura esterna esalta l’integrazione con l’ambiente circostante: sia per la scelta dei materiali, delle finiture e delle cromie tradizionali, sia per le soluzioni architettoniche delle vedute, con l’inserimento di ampie superfici vetrate che permettono l’interazione naturale degli spazi interni con il verde e l’ambiente esterno.

Il progetto, ideato da Sergio Sampò e da Tara Susanne Heap, americana residente da anni a La Morra con esperienze nel settore vitivinicolo, nell’interior design e nell’immobiliare (è l’ideatrice del resort Timeless, nel centro del paese) conta sull’appoggio di Banca AGCI, istituto di Bologna che ha da poco inaugurato una filiale a Torino. La banca, che ha sposato il progetto confermando così la propria attenzione per progetti sostenibili non solo da un punto di vista economico ma anche ambientale, offrirà consulenza e soluzioni agevolate per la compravendita.

“Abbiamo realizzato questo sogno” afferma Tara Heap “in una zona eccezionale e unica al mondo, quella delle Langhe, prossima ad ottenere il prestigioso riconoscimento dell’Unesco come patrimonio ambientale. Abito qui da anni e dopo l’esperienza di Timeless ho deciso di spingermi oltre nel trasformare le mie passioni per questa terra e per la natura in un progetto concreto. Con Sergio Sampò abbiamo ideato MURRAE, un progetto innovativo per l’Italia, che si rivolge a chi abita in queste zone come ai turisti stranieri innamorati di queste terre e attenti al proprio impatto ambientale e ai propri consumi. MURRAE è un progetto architettonico, ma è anche la dimostrazione del fatto che è possibile vivere meglio e in modo sano e rispettoso della natura, eliminando il conflitto tra i nostri bisogni e l’ambiente circostante, senza alcuna prevaricazione degli uni verso l’altro”.