L’impegno di ANAB al Klimahouse di Bolzano

ANAB propone il modello dell’architettura naturale, che per la costruzione civile prevede l’uso di materiali naturali rinnovabili e di soluzioni ecologiche. La realtà è che la bioedilizia non basta: è, infatti, necessario porre l’uomo al centro del processo del costruire e dell’abitare e creare le premesse per migliorare le condizioni di benessere e di salute.
La nostra società sta solo vivendo i processi di uso non sostenibile delle risorse, la creazione di rifiuti, la cementificazione degli alvei, il consumo dei suoli agricoli, che il modello dell’Architettura naturale si propone di contrastare.

Sono infatti drammatici gli effetti della presenza di elementi dannosi alla salute all’interno delle nostre abitazioni, e l’aumento esponenziale di malattie delle vie respiratorie, tumori e malattie autoimmuni è correlato anche con tali fattori, capaci di scatenare un ampio ventaglio di patologie: basta pensare ai danni dovuti alla presenza crescente di campi elettromagnetici nelle nostre case, ai rilasci di sostanze tossiche di intonaci, mobili, rivestimenti e isolanti, agli effetti del gas radon.

Anche nell’adozione di interventi di risparmio energetico (in particolare con l’impiego di isolanti di origine petrolchimica) si evidenziano una serie di rischi non solo per l’ambiente, ma anche per la salute dell’uomo e degli animali. Occorre che la campagna ridiventi la “fabbrica” dei materiali per l’edilizia.

Le soluzioni proposte da ANAB richiedono alla società l’accettazione in generale di una nuova cultura dei comportamenti e che inviti a distinguere tra qualità e quantità, tra necessario e superfluo. In questo senso il riferimento etico è indispensabile.

Obiettivi del convegno

Con il recepimento delle direttive comunitarie sull’efficienza degli edifici (2010/30/UE) e la nuova caratterizzazione energetica degli immobili (edifici ad energia quasi zero), è fondamentale che il bilancio di energia primaria di un edificio riguardi non solo la fase di gestione, ma l’intero ciclo di vita (dalla culla alla tomba). Non analizzare tale aspetto significa ignorare i reali fabbisogni energetici e le reali emissioni climalteranti correlate al settore delle costruzioni. Se la tutela ambientale ha come obiettivo rendere le costruzioni umane più sostenibili, il processo di conversione deve anche riguardare la filiera produttiva dei materiali, la tracciabilità dei prodotti e delle materie prime ecc..

Importantissimo risulta inoltre il tema della salute e salubrità dei luoghi confinati. L’Organizzazione mondiale della Sanità stima che le abitazioni sono luoghi il cui clima interno è più inquinato dell’ambiente esterno. Nel 2001 la conferenza Stato-Regioni italiane aveva avviato un percorso per normare la qualità dell’aria interna. Indubbio risulta comunque che tale aspetto è spesso trascurato nella progettazione.

Il convegno ha lo scopo di illustrare tutte le tematiche relative ai nuovi standard di edifici previsti dalla legislazione analizzando anche il bilancio energetico complessivo, la salubrità indoor anche attraverso l’analisi di filiere produttive naturali tracciabili e certificate.

Tematiche affrontate

  • La normativa europea 2010/30/Ue e 2010/31/UE
  • Ecobilancio dell’edificio
  • Certificazioni volontarie di prodotto
  • Filiere produttive tracciabili
  • L’edificio passivo e l’edificio ad energia quasi zero

Oltre all’evento del 31 gennaio, ANAB sarà presente tutti i giorni della fiera Klimahouse, dal 29 gennaio al 1 febbraio, con un proprio stand (G22 – C, galleria piano 1) insieme ad ICEA, Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale, e NATURE PLUS, partner snell’attività di Certificazione dei materiali da costruzione per la bioedilizia.

Presso lo stand, ANAB presenterà le proprie attività istituzionali che spaziano dalla formazione alla consulenza, oltre naturalmente alla certificazione e promozione dei prodotti certificati ANAB-ICEA e nature plus per la Bioedilizia, che verranno presentati ed esposti con schede che ne illustrano le principali caratteristiche di sostenibilità.

Con la sua presenza, ANAB testimonia la volontà di condividere e promuovere soluzioni abitative innovative indirizzate ad una autentica sostenibilità, rispettosa dell’uomo e dell’ambiente.