Legno che seduce: un progetto naturale

Visitare l’abitazione curata dallo studio associato Benetti-Grigolo di Vicenza ad Asiago è un percorso alla scoperta della magia, delle potenzialità e, perché no, della sensualità del legno. Un materiale vivo, reso ancora più vibrante e significativo dalle lavorazioni di Fiemme 3000 e vero protagonista degli interni di questa villa a schiera su tre livelli di recentissima costruzione.

Legno Re Bianco

L’essenza prescelta, Re Bianco nodoso nella variante spazzolato profondo della serie Boschi di Fiemme, è stata posata a terra nei 140 metri quadrati di pavimento,
ma anche utilizzata per 120 metri quadrati di rivestimenti, controsoffitti, pareti, complementi e scale. Il risultato è un “abbraccio biocompatibile” che avvolge
l’intera residenza e che permette di sentire, quasi di toccare con mano, l’energia e il calore del legno, il delicato e inconfondibile profumo del bosco che magicamente entra fra le pareti domestiche.
Anche nei bagni è stato fatto un uso sapiente del materiale, elemento che caratterizza la consolle per i lavabi e che avvolge la vasca da bagno. In questo spazio così intimo i pavimenti invitano a camminare a piedi nudi: accarezzano i sensi e permettono di riscoprire il piacere del contatto con una superficie “calda” e naturale. “Il rovere”, spiega l’architetto Domenico Benetti, “era particolarmente adatto alle nostre esigenze, soprattutto per le qualità di durata e l’aspetto cromatico che lo caratterizzano”. Ma c’è di più. Ad attirare la committenza in Val di Fiemme sono stati i requisiti di salubrità dei legni di Fiemme 3000.

La posa

Completamente ecologica è anche la posa di tipo flottante, agevolata nella serie Boschi di Fiemme dalle dimensioni importanti delle tavole e dalla leggera bisellatura degli spigoli. In questa residenza la luminosità fa il resto, esaltata dalla presenza di due piani, o meglio di due mezzi piani sfalsati, separati da meno di dieci scalini, che si incrociano instaurando un particolarissimo rapporto visivo. La luce è assicurata anche nel piano interrato, grazie alla presenza, al livello superiore, di grandi cavedi e di porte di vetro a tutta altezza. A dare un tocco di colore all’appartamento, i divani componibili lavorati a materasso che invitano al relax e che esaltano, per contrasto, la scelta di puntare tutto sulle linee pulite e le tinte chiare del legno.