La top ten dei parchi più belli d'Italia - Il vincitore 2012

La top ten dei parchi più belli d’Italia

Il premio Il parco più bello ha stilato, come ogni anno, la top ten dei parchi più belli d’Italia, una classifica per cucire le vacanze sulle proprie esigenze, riscoprendo la cultura del nostro Paese a partire dalle sue bellezze paesaggistiche e architettoniche. Non è necessario programmare viaggi esotici e costosi, l’alternativa è a portata di mano e di tasca, come suggerisce il network dei Parchi più belli d’Italia che ha costruito nel tempo, e messo in rete, una vera e propria guida ai parchi e giardini disseminati sul nostro territorio nazionale.

Oltre 600 parchi affiliati e per ciascuno una scheda con galleria fotografica, descrizione delle peculiarità, informazioni sulla visita, orari, prezzi, localizzazione, giardini nelle vicinanze e appuntamenti. Ce n’è per tutti i gusti, da nord a sud. Per chi, ad esempio, volesse trascorrere un weekend in famiglia a contatto con la natura, può scegliere uno tra i percorsi a tema tracciati dagli esperti o, più semplicemente, individuare il parco più vicino grazie alla mappatura per regioni. Un’ottima occasione per scoprire il patrimonio verde, e insieme culturale, dello Stivale può essere quella di visitare uno dei dieci finalisti 2012 dell’omonimo concorso, la top ten dei parchi più belli d’Italia.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ info=”true”]

Il Parco Più Bello è nato nel 2003 come primo e unico premio nazionale di parchi e giardini in Italia”, spiega l’architetto Leandro Mastria, Presidente della Segreteria Organizzativa Il Parco Più Bello d’Italia e fondatore del network. “Ogni anno il nostro Comitato Scientifico, composto da esperti e professionisti del settore, seleziona dieci finalisti ed elegge il vincitore, che si aggiudica il titolo di Parco Più Bello d’Italia. Abbiamo iniziato con una cerchia ristretta di parchi per arrivare agli oltre 600 attuali affiliati al network. Un bel risultato premiato anche dal patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministro del Turismo, del Ministero dell’Ambiente, dell’Aci, e dall’adesione del FAI e dell’Aiapp”.

Interesse storico-artistico, interesse botanico, stato di conservazione, programma di gestione e manutenzione, servizi, accessibilità e disponibilità di informazioni i parametri sulla base dei quali il Comitato Scientifico stila la top ten. Ma l’obiettivo è quello di coinvolgere il più possibile gli utenti del sito e i futuri visitatori. “Il Parco vincitore viene eletto dal Comitato Scientifico del Premio tenendo conto anche della votazione che ha luogo tra le pagine dei nostri social network, attraverso la quale ogni utente può votare il suo favorito tra i dieci finalisti”, prosegue Mastria. “Il vincitore deve avere caratteri di assoluto pregio botanico, paesaggistico o artistico, e poter rappresentare un volano per il turismo verde italiano”.

 

di Sara Poletto (Riproduzione riservata)