La salvezza del mondo? Le nuove generazioni

Cosa sanno i ragazzi di oggi sui temi dell’ecologia? Quanto sono informati e quali azioni amiche dell’ambiente compiono? Sono alcune delle domande dell’indagine compiuta da AstraRicerche, per conto di Comieco, su un campione di 603 ragazzi di età compresa tra i 15 e i 19 anni per scoprire quali conoscenze hanno e quali sono le opinioni dei giovani italiani a proposito di sviluppo sostenibile, di ambiente e di riciclo. Dalla ricerca emerge una generazione attenta all’ambiente e desiderosa di impegnarsi in prima persona: i ragazzi hanno a cuore l’ambiente (l’80% fa la raccolta differenziata regolarmente), sono preoccupati per la salute del nostro pianeta (quelli del Sud lo sono di più per la loro città) e si informano. Purtroppo, però, le fonti di informazione più utilizzate – famiglia e amici – non risultano le più affidabili e, in riferimento alla raccolta differenziata di carta e cartone, commettono qualche errore (come gettare fazzoletti e biglietti del treno nella carta). Fra le varie statistiche, uno dei dati più curiosi è quello legato alla scuola: dall’anno prossimo verrà introdotta l’educazione ambientale. Al 90% dei ragazzi l’idea piace, mentre l’80% non ne era a conoscenza. La scuola, inoltre, rappresenta la seconda fonte di informazione ed educazione sul fronte ambientale, preceduta dalla famiglia. Anche se, più cresce il grado di istruzione, meno si presta attenzione al tema. Per quanto riguarda la raccolta differenziata di carta e cartone a scuola, il 67% afferma di farla regolarmente. I giovani esprimono forte preoccupazione per l’ambiente, sia a livello globale, mondiale (38.9% molto e 42.6% abbastanza = 81.5%) che a livello nazionale (38.5% molto e 40.4% abbastanza= 78.9%).