Green lunch: eco anche a pranzo fuori casa

Green lunch: essere eco anche a pranzo

Fare il green lunch è un modo per essere ecologici anche a pranzo, ridurre gli sprechi e ridurre il rischio di entrare in contatto con sostanze potenzialmente dannose per la nostra salute.

Il green lunch è una delle tendenze più in voga per pensare all’ambiente con i comportamenti quotidiani. Non c’è una formula magica per fare un green lunch, ma esistono degli obiettivi comuni che ogni pranzo che si dica ecologico debba avere. Tra questi possiamo sicuramente annoverare la riduzione dei rifiuti, la scelta di cibi di stagione, la limitazione all’esposizione dei cibi con sostanze chimiche potenzialmente tossiche, il risparmio economico. Se si parte da questi presupposti, si può facilmente preparare un green lunch per tutta la famiglia da portare al lavoro o a scuola.

Green lunch sano e “verde”

La scelta di preparare a casa il pranzo da portare in ufficio è già una scelta alimentare più sana rispetto al pranzare ogni giorno fuori. Tuttavia, un green lunch è in grado di farci fare un ulteriore passo in avanti, scegliendo cibi biologici per eliminare il rischio di ingerire indirettamente pesticidi chimici.

Le scelte alimentari ecologiche

Oltre al biologico, il green lunch comprende anche tutti gli alimenti ecosostenibili. Una scelta del genere prevede la sostituzione della carne e del pesce con cibi che sono più in basso nella catena alimentare come la frutta, i cereali e le verdure, la scelta di prodotti freschi rispetto a cibi trasformati e conservati, comprare prodotti locali e di stagione che non hanno consumato carburante per arrivare fino a noi.

Green lunch per ridurre i rifiuti

Una caratteristica del green lunch è una decisa eliminazione dei rifiuti, come tovaglioli di carta, sacchetti di plastica, sacchetti di carta per il pranzo, bottiglie di plastica e imballaggi alimentari. Meglio scegliere contenitori riutilizzabili, lunchbox, tovaglioli e posate riutilizzabili. Inoltre, meglio evitare i prodotti monoporzione in favore di quelli che utilizza un solo incarto per confezionare il prodotto oppure che utilizzano confezioni riutilizzabili o riciclabili.

Contenitori eco-friendly

Un green lunch che si rispetti ha anche una confezione eco-friendly o incarti riutilizzabili. Alcuni raccomandano l’utilizzo di box in metallo o sacchetti per il pranzo in stoffa che sono privi di agenti contaminanti come piombo, ftalati e BPA presenti in molti contenitori per il pranzo in plastica. Per i contenitori in plastica, si consiglia di scegliere prodotti che specifichino l’assenza di BPA.