Giappone e Scandinavia si incontrano a Toronto

A Toronto in Canada, c’è un progetto che genera commistioni di stili, tutti votati alla sostenibilità ambientale. Lo stabile si chiama Mjölk House, realizzato dallo studio di architettura canadese Junction, che si è occupato del rifacimento della facciata storica, la trasformazione del piano terra in una galleria commerciale e dei piani superiori generando un’unica unità residenziale.

Il legno ha risolto i problemi

Le sfide compositive erano di alto livello: la pianta del fabbricato segue una geometria allungata e stretta e il diretto contatto con una strada carrabile rumorosa ha obbligato a ricercare soluzioni di isolamento acustico e di distribuzione degli spazi particolarmente efficaci. Dopo impegnative sessioni di ricerca, gli architetti hanno sviluppato soluzioni compatibili sia con la volontà di rispettare la tradizione metropolitana degli edifici su strada, sia con la decisione di applicare soluzioni green. Protagonista assoluto dell’intervento ed elemento in grado di rispondere efficacemente ai desideri dei progettisti e dei committenti, il legno ha risolto sia questioni strutturali che stilistiche. Scelto per il suo calore naturale, la versatilità, il suo facile uso e la possibilità di prefabbricarne elementi, il legno è stato usato sia per le finiture che per gli arredi e alcune sezioni strutturali.

Costruire con la luce

L’interior design di Mjölk House è dominato dall’uso consapevole della luce naturale e dei cortili interni; la collocazione degli ambienti residenziali segue, dunque, alcuni punti fermi: proteggersi dal rumore della strada adiacente e usare a proprio vantaggio il ritmo della pianta, dove la serie di cavedi e piccoli cortili interni è stata reinterpretata. Per trarre il massimo vantaggio dalla luce naturale, il legno di quercia usato in cucina è stato dipinto di bianco, utilizzando prodotti a basso livello di VOC e ad acqua, come anche le scale, gli arredi del bagno e alcuni dettagli tecnici. Per la pavimentazione sono state selezionate assi di grandi dimensioni in Douglas della Colombia britannica, specie usata anche per le mensole. La semplicità stilistica dell’insieme richiama direttamente il design giapponese e scandinavo, come da dichiarata volontà dei progettisti. Luminosità, tonalità chiare e scelta di materiali ecocompatibili avvicinano il Canada, dunque, ad Europa ed Asia.

Ventilazione naturale

Per quanto riguarda la ventilazione, anche in questo caso gli architetti hanno sfruttato la conformazione delle piante per fare in modo che le finestre presenti e la successiva organizzazione degli ambienti favorissero la ventilazione naturale affiancata, quando necessario, da un impianto di climatizzazione di ultima generazione in grado di rispondere alle richieste estive ed invernali.

Ultimo dettaglio, tutte le finiture rispondono a requisiti strettamente legati alla naturalità dei componenti: la laminazione del legno è stata spesso finita con scaglie di sapone, liscivia o vernice a base d’acqua; i trattamenti per gli esterni includono pittura ad acqua su pino naturale e calce per le pareti in laterizio.

[wzslider]