Finestre a basso impatto

Perché la scelta delle finestre a basso impatto può contribuire ad una maggiore efficienza energetica in casa?

Gli edifici sono involucri che disperdono energia attraverso tutti i componenti che li delimitano dall’ambiente esterno, per questo è fondamentale utilizzare materiali isolanti, cioè capaci di ridurre la perdita di calore verso l’esterno. Più è alta la capacità isolante del prodotto utilizzato, migliore sarà la resa in termini di consumo energetico dell’edificio.

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ lightbox=”true”]

Qualità degli infissi

Gli infissi influenzano in modo sostanziale il clima interno e il bilancio energetico di una casa. Possono assicurare un clima indoor ottimale in ogni stagione dell’anno: con vetri termoisolanti fanno sì che le temperature superficiali del telaio e del vetro si avvicinino a quella dell’ambiente interno, evitando sbalzi climatici. La differenza tra la temperatura delle superfici perimetrali e quella del clima interno di un edificio dovrebbe mantenersi intorno ai +/- 3 °C. Se si supera questo valore, l’impressione è che all’interno degli ambienti, specie in prossimità dei muri perimetrali, ci sia una corrente d’aria.

Investire sulle finestre dunque conviene: il maggiore costo sostenuto per l’impiego di prodotti performanti energeticamente viene ammortizzato al massimo nel giro di due anni grazie al risparmio sulle spese sostenute per il riscaldamento invernale e anche per la climatizzazione estiva.

Posizionamento degli infissi

Oltre alla qualità degli infissi, è il posizionamento strategico delle finestre a basso impatto, che deve tener conto dell’orientamento nord-sud delle pareti e delle falde del tetto, a permettere di ottenere un’ottima ventilazione naturale.

Un ulteriore contributo è dato dall’applicazione di persiane e tende esterne che contribuiscono a trattenere il calore nei mesi invernali e a proteggere dal caldo in estate. Per facciate sud particolarmente esposte al sole, magari in aree climatiche calde, è tuttavia necessaria una particolare protezione dal surriscaldamento degli ambienti interni per abbattere i costi energetici di climatizzazione. Isolare acusticamente la propria abitazione significa contribuire a migliorare la qualità della vita in casa. L’acquisto di finestre isolanti si traduce in una scelta di benessere anche acustico, un’esigenza particolarmente avvertita nei grandi contesti urbani.

di Paola Pianzola (riproduzione vietata)